Rasiglia: in Umbria un borgo dalle mille sorgenti

    Rasiglia è una frazione montana del comune di Foligno che sorge a oltre 600 metri di altitudine, lungo la strada statale 319 sellanese, a circa 18 km dalla

See more details
Fat Bike: dove sfidare la neve pedalando

      La moda delle fat bike, le biciclette con le ruote grosse, si sta diffondendo rapidamente in tutta Italia. Sono i luoghi montani da scoprire anc

See more details
Plastic Whale, la prima organizzazione al mondo che pratica il plastic fishing nei canali di Amsterdam

  A molte persone piace l'idea di fare una crociera, così alcuni anni fa è nata un'impresa olandese che coglie questo desiderio per trasformarlo in una tra le esperi

See more details
Villa Cipressi a Varenna: giardino incantato sul lago di Como

L’unico spazio verde sul lago di Como che, durante l’inverno, si trasformerà in un giardino incantato per accogliere i visitatori Villa Cipressi entra nel prestigioso

See more details
A Lerici arriva la nona edizione di “Mytiliade”, dall'1 al 16 settembre

  Ritorna a Lerici, dal 1 al 16 settembre, una delle manifestazione più attese, Mytiliade: progetto giunto alla sua nona edizione e nato per promuovere una eccellenza

See more details
Il Golfo di Talamone: un gioiello toscano da visitare

  Talamone, frazione di Orbetello, sorge su di un promontorio roccioso al confine meridionale del Parco dell'Uccellina in Maremma, in posizione dominante su tutto il t

See more details
Nasce “Progetto Rete Siti Unesco”: 14 siti del Meridione, Patrimonio dell’Umanità, si associano

  Un'importante iniziativa appena presentata a Matera, prossima Capitale europea della Cultura 2019, dal nome Progetto Rete Siti Unesco, mette insieme 14 siti Une

See more details
Innsbruck, muoversi in verticale

  6 - 16 settembre 2018: Campionato del Mondo di arrampicata. Innsbruck (Austria). Scalate adrenaliniche nella Capitale delle Alpi   Oltre 600 percorsi di arramp

See more details
In Italia è sempre più vietato dai comuni l'escursionismo improvvisato

  Sono sempre più numerosi i comuni italiani che vietano e sanzionano, attraverso cartelli indicatori, l’escursionismo improvvisato, quello effettuato senza attrezz

See more details
Albania da scoprire

  L’Albania è stato uno dei paesi più chiusi ai turisti in Europa fino al 1990. Assoggettato alla dittatura di Enver Hoxha per decenni ha tenuto serrate le proprie

See more details
Paolo Fresu alla rassegna “I suoni delle dolomiti”, un viaggio alla scoperta dei suoni della montagna

  Cosa fanno insieme un'orchestra della tradizione musicale ladina – la Musega de Poza – e un grande musicista jazz come Paolo Fresu? La risposta è semplice

See more details
Vacanza eco - chic a cavallo tra mare e fiume

Parco Naturale del Delta del Po (Ro) - Vacanza nella natura a Barricata Holiday Village. A cavallo, in barca, in bicicletta tra dune e canneti.Barricata Ranch: escursioni a

See more details
Hotel Royal Victoria e Hotel Villa Cipressi:bien vivre sul lago di Como

Martedì 31 luglio torna l'evento più glamour dell'estate: la 4^ edizione della Festa della Regina. Cena gourmet e spettacolo pirotecnico, gli ingredienti della serata.Corr

See more details
A Certaldo (Fi) Mercantia - XXXI Festival internazionale del teatro del giullare

ph credits: certaldo.it Dal 11 al 15 luglio 2018 “Tra la Terra e il Cielo” si apre il quarto decennio del Festival sulle origini del giullare. Festival nuovo, valori i

See more details
Notte Rosa: capodanno estivo da vivere in allegria

Vivi in rosa…“Pink your life”. Giunta alla 13a edizione, la Notte Rosa della Riviera Romagnola, uno degli appuntamenti estivi più attesi in tutto il Paese, invita i s

See more details
Un rigenerante bagno nella foresta

 La pratica giapponese del Forest Bathing fa bene alla salute fisica e mentale. Ecco i luoghi più immersivi d’Italia in cui respirare l’atmosfera dei boschi e sentir

See more details
Piemonte! 100 emozioni in bici tra bric e foss

100 percorsi geomappati, 4300 km attraverso 5 siti Unesco, 355 comuni, 17 parchi e riserve, 136 tra Dop, Dogc e Igp, 200 strutture ricettive a misura di biker…E poi pievi

See more details
Le 18 esperienze imperdibili dell’estate 2018 a New York City

Arte e cultura, eventi sportivi, NYC Restaurant Week®, e molti altri appuntamenti animeranno la città nel corso dei prossimi mesi  New York City  invita i visi

See more details
A Bologna inizia la decima edizione di IT.A.CÀ, il primo e unico festival in Italia sul turismo responsabile

  Si apre ufficialmente a Bologna, venerdì 25 maggio, la prima tappa di IT.A.CÀ, migranti e viaggiatori: un inizio importante che sigla il decennale del festival

See more details
5 miti da sfatare su West Hollywood

West Hollywood, o WeHo come è nota ai locali, è una piccola città da molti conosciuta per quello che non è. Non è Hollywood (un quartiere di Los Angeles), non è un qua

See more details
La Farnesina indica i Paesi più pericolosi per andare in vacanza quest'anno

  Nella sua comunicazione ufficiale dei Paesi più pericolosi per trascorrervi le vacanze, la Farnesina quest'anno sconsiglia di recarsi in Cisgiordania e nella Città

See more details
Borg El Arab è la nuova meta sul mare dell’Egitto

  L'Egitto è una nazione che si rivela continuamente, alle sue famose località di mare ogni tanto se ne aggiunge una, è il caso di Borg El Arab, la nuova meta sul m

See more details
"Fiore di pietra", il nuovo rifugio sul Monte Generoso, realizzato da Mario Botta

  Il Monte Generoso,1701 metri, nelle Prealpi comasche è al confine di Stato tra l'Italia e la Svizzera; dal versante svizzero si arriva in cima grazie 

See more details
Parma dal 7 maggio diventa il palcoscenico di Cibus 2018

  Parma, che nel 2015 ha conquistato il titolo Unesco di "Città Creativa per l'Enogastronomia", è ambasciatrice della Food Valley internazionale, per la miriade

See more details
Una vacanza speciale su due ruote: il giro della Catalogna in bicicletta

  La vacanza è, per autonomasia, il momento in cui si esce dalla quotidianità e si sceglie un'alternativa temporanea per ritemprarsi, per godere delle novità e per

See more details
All'Agriturismo “Il Rigo” potete immergervi nel fantastico territorio delle Crete Senesi

  All'Agriturismo “Il Rigo” potete immergervi nel fantastico territorio delle Crete Senesi   L'azienda agricola il Rigo sorge in mezzo alle Crete Senesi, in

See more details
Borgo Egnazia, ritrovare la forma nella masseria pugliese a 5 stelle

Borgo Egnazia si trova nei pressi di Fasano, antica e misteriosa città della Puglia, in provincia di Brindisi, la sua architettura ricorda un tipico villaggio pugliese sosp

See more details
Costarica 2018: wellness "pura vida"

ph credits: puravidauniversity.eu Costa Rica è la destinazione perfetta dove praticare yoga, meditazione e ritrovare il proprio benessere attraverso una vacanza rilassante

See more details
Capodanno da "mille e una notte" a Cortina

  A Capodanno cene romantiche, allestimenti da fiaba, cocktail in centro e party in quota, con infinite possibilità di divertimento sulla neve e baci che non si dimen

See more details
Festività alla Terme dell'Emilia Romagna

Le località termali delle Terme dell'Emilia Romagna sono le mete ideali per trascorre piacevoli momenti durante le festività natalizie e godere della magia di percorsi rig

See more details

La rivista

Turismo cortese a Venezia - di Laura Cavalieri Manasse

gondole-783159-m

Di Laura Cavalieri Manasse
ph: Emanuele Tenderini
Venti di Cultura, un’associazione senza scopo di lucro fondata e presieduta Francesco Calzolaio è nota nella laguna veneziana per il progetto turistico “Turismo Cortese” che, come dice nome stesso, cerca di stimolare la capacità di viaggiare all’insegna di un rapporto educato, non solo rispettoso dell’ambiente ma anche degli abitanti, e consapevole del proprio impatto da più punti di vista. Il rispetto per l’ecosistema si manifesta nell’impegno di ridurre l’inquinamento e nel modo di visitare i luoghi nonché di interagire con i suoi abitanti, considerati come la prima chiave d’interpretazione del valore culturale del territorio, perciò indurre il turista a muoversi in luoghi sconosciuti attraverso la conoscenza e il rispetto delle peculiarità del posto, guardare la laguna e la città attraverso gli occhi dei pescatori, degli “squerarioli” (i maestri d’ascia dello squero), dei vogatori, dei maestri del  vetro soffiato, dei vignaioli, solo per citare alcune delle figure più autentiche, depositari delle antiche tradizioni oggi a rischio d’estinzione.
“Cabotaggi culturali” o meglio progetti di conoscenza e scambio sostenibile, responsabile e accessibile, che si snodano lungo rotte alternative degli affascinanti meandri della laguna di Venezia, passando per lezioni di gastronomia e di voga alla maniera veneta o, come nel progetto “Cattedrali del mare” lungo le coste dell’Adriatico sulle tracce del Leone di San Marco.

venezia  canali
La laguna è un territorio di transizione, un arcipelago di centinaia di isole e isolotti non tutti abitati (per fortuna!), guardando a volo d’uccello e con la marea giusta, osserviamo un magnifico intreccio sinuoso di velme e barene, ecosistema vitale non solo per la fauna e la flora locali ma anche per gli abitanti, specie quando non si parlava né di inquinamento né di rifiuti.
Il turista cortese è introdotto nei luoghi più esclusivi e nel contempo fragili, dopo una breve ma fondamentale preparazione culturale e psicologica che gli consentirà di fruire i luoghi liberamente ma allo stesso tempo rispettandone le peculiarità in modo educato.
Venti di Cultura conta di una rete di collaboratori tutti aderenti alla filosofia di ”edutainment”, neologismo coniato da Bob Heyman mentre produceva documentari per National Geographic.
Il termine significa educare divertendo, una competenza che nel turismo si estrinseca nella capacità di offrire prodotti culturali in maniera coinvolgente e simpatica, stimolando cioè un rapporto di empatia tra il turista e i luoghi che visita e con gli abitanti che incontra, un approccio che consente di dare un nome a ciascun volto e di non sentirsi  alieni in un ambiente sconosciuto.
Si parte dalla sede dell'Associazione, rigorosamente affacciata sull’acqua, attorno alla quale ruotano offerte ludiche originalissime e da cui si salpa per raggiungere i luoghi connessi al tema scelto dal turista, sempre legato alla natura con i suoi suoni, odori, forme e colori, oggi sempre più apprezzato dai turisti “alternativi”, quelli che scelgono di scoprire la Venezia autentica, non quella spudoratamente commerciale fatta di squallidi mercatini zeppi di falsi prodotti del made- in-Italy taroccato dagli asiatici.Seguendo un itinerario ecologico, ospiti di un battello con motore elettrico (silenzioso e a emissioni zero) alimentato da pannelli solari integrati nel tettuccio, adatto per gruppi fino a un massimo di dieci persone., si vanno a visitare i meandri di Venezia, tra le proposte turistiche offerte una davvero curiosa è la visita alle antiche vigne medioevali restaurate grazie ad un progetto agronomico, in itinere, portato avanti dall’Associazione Laguna nel bicchiere con la possibilità di degustare anche il vino autoctono.
Ogni itinerario prevede una lezione di voga alla veneta e l’opzione aggiuntiva di organizzare una cena in una casa privata veneziana con corso di cucina dedicato alla cultura della gastronomia tradizionale della laguna e del mare Adriatico.
Il periodo migliore per questo tipo di turismo è da aprile a ottobre.

Per saperne di più:

Associazione Venti di Cultura
Giudecca 484/F 30133 Venezia
email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Festival internazionale dei giardini di Chaumont-sur-Loire - di Giovanna Fidone

 Festival giardini Chaumont-sur-Loire

Aperto per una durata di sei mesi, chiuderà ad ottobre 2013 il Festival Internazionale dei Giardini di Chaumont-sur-Loire che per la sua 22esima edizione ospita i creativi, provenienti da tutto il mondo, pronti a ideare i progetti verdi più incredibili, il tutto condito da eventi e dibattiti sul tema.
La manifestazione, fondata nel 1992, si tiene a meno di 200 chilometri a sud di Parigi, presso il Domaine di Chaumont-sur-Loire, che apre tutto l’anno le porte del suo castello e del suo parco e che per alcuni mesi diventa la cornice naturale di un festival ormai appuntamento irrinunciabile a livello internazionale.
Molto apprezzato dagli operatori di tutto il mondo, il concorso che precede ogni sua edizione, riceve centinaia di proposte ma solo una ventina passano la selezione a cura di una giuria d’eccezione presieduta quest’anno da Bernard Pivot, noto giornalista letterario francese.
A tutte le personalità invitate viene rilasciata una «carta verde»  per aver dato prova,  nelle loro creazioni e giardini, di ricerca, innovazione scientifica e artistica, rispettando la diversità vegetale e educando al rispetto dell’ambiente.
Il tema di quest’anno è «I giardini delle sensazioni» perché i giardini si vivono con tutti i sensi e se si sanno ascoltare  suscitano emozioni diverse ed intense. Citando testualmente la presentazione del festival si legge “Sapori, aromi, fragranze mescolati bastano a ingannare, incantare e soggiogare i nostri sensi in un giardino le cui materie, strutture e vegetali si possono accarezzare con gli occhi o le mani e dove i suoni, i mormorii e le musiche stregano le anime”.  Pronti a farvi stregare?


Per saperne di più:
Ente pubblico di cooperazione culturale creato dalla Regione Centro e dal comune di Chaumont-sur-Loire
41150 Chaumont-sur-Loire
Phone : +33 (0) 254 209 922
Fax : +33 (0) 254 209 924
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
http://www.domaine-chaumont.fr/it_festival_festival

 

Terme Stiriane di Bad Blumau – Salute e architettura - di Laura Cavalieri Manasse

terme stiriane interno

Photo credit: Daily Art Fixx

Di ecologia, in tutte le sue forme, ultimamente si parla molto, ma è dagli anni ’70 che si possono trovare i primi proclami ecologisti scritti da personaggi diversi. Uno di questi è Friedensreich Hundertwasser, l’architetto-filosofo dalla personalità controversa, che nel 1968 presentò il suo primo manifesto contro l’architettura e nel ’90 quello in cui anticipò alcuni concetti di bioarchitettura e si definì medico dell’architettura, ecologista e pacifista, entrando così nel ristretto elenco dei precursori del movimento ambientalista. Uno dei suoi progetti, realizzato nel 1997 è lo stabilimento termale a Bad Blumau, vicino a Graz, in Stiria (Austria) , che è stato subito definito “il paradiso per i cinque sensi”, ed ha ottenuto numerosi premi internazionali. Il complesso delle terme è costituito da vari quartieri uno diverso dall’altro, coperto da tetti verdi e con case ecologiche sotterranee provviste di cortile interno, con finestre una diversa dall’altra, per dimensione, per colore, per decorazione, secondo lo stile più amato dall’artista.

esterno stabiliento piscina esterna1
Queste Terme hanno come centro pulsante la fonte di Vulkania a 3.000 m di profondità. Qui l’acqua curativa sgorga a 110° ed è ricca di minerali preziosi. All’aperto ci si immerge a 37° e poi si può nuotare nella vasca più fresca a 30°, con musica subacquea. Oltre ad offrire relax e magiche atmosfere le Terme contribuiscono alla guarigione di alcune patologie: con l’uso esterno delle acque si possono curare i disturbi dell’apparato motorio, l’usura delle articolazioni, le contratture muscolari, le affezioni reumatiche e i disturbi ginecologici mentre per uso interno si migliorano le funzioni del fegato, del pancreas e della cistifellea.

piscina esterna2 esterno stabiliento
Una realizzazione di altissimo livello, dove il pittore/architetto ha giocato con i colori e le forme sinuose delle sue case a forma di occhi con l’erba sopra al tetto e gli alberi sui balconi. Cupole a cipolla blu o dorate, colonne come perle di porcellana verde, arancio, gialle, rosse. Tutte diverse, come creature viventi. A 150 km da Vienna un centro olistico in simbiosi con la natura che offre un programma fitness professionale, trattamenti rilassanti, un ristorante premiato dalla guida Gault Millau che propone le specialità austriache e stiriane a base di prodotti regionali e una grande attenzione alle intolleranze: sul menù ci sono i piatti indicati per celiaci, intolleranti al lattosio, diabetici, vegetariani.
Ecologia e fantasia sono le caratteristiche principali delle opere di Hundertwasser, principi ispiratori di tutti i suoi lavori e per molti i suoi palazzi fiabeschi sono paradigmi di bella architettura, e oggi più che mai si confermano attuali le sue teorie “mediche” sulla necessità comprendere le caratteristiche naturali del paesaggio per costruire in equilibrio con la natura.  


Per saperne di più:
Il sito web Blumau.com fornisce informazioni su tariffe di ingresso, pacchetti vacanza e proposte benessere
www.blumau.com/

 

Slovenia: le terme più low cost d'Europa - di Elisabetta Longhi

wellness-resort-pool

La scelta di un soggiorno in Slovenia incentrato sul benessere che solo sorgenti termali naturali con caratteristiche uniche al mondo ed immerse in paesaggi verdi da sogno possono regalare, può diventare un’esperienza di vita indimenticabile e …. senza rimorsi. Le terme slovene sono infatti le più economiche d'Europa: si va da un minimo di 8 euro per l'utilizzo delle strutture termali (piscine, saune ecc) a un massimo di 40 euro per i massaggi e i trattamenti. Anche gli hotel costano in media 50 euro a notte con trattamento di mezza pensione. Vediamo insieme alcuni tra i più importanti centri termali.
Le terme di Portorose sfruttano i cinque fattori curativi naturali del luogo: il fango delle saline, l'Aqua Madre, il clima, l'acqua termominerale e l'acqua di mare. Tutti gli elementi sono di origine locale e si distinguono per l'alto contenuto di sostanze terapeutiche, per la varietà e la vasta possibilità d'impiego. Gli ospiti hanno a loro disposizione svariati programmi medici e di prevenzione ideati da un'équipe di personale medico specializzato, insieme a una vasta scelta di programmi di bellezza e benessere. I programmi vengono svolti nel suggestivo ambiente dei centri termali e di benessere tra cui spicca il Terme e Wellness Life Class col suo incantevole “Sauna Park”, uno spazio di oltre mille quadrati dedicato interamente alle saune, il centro talassoterapico e quello ayurvedico, tra i migliori d’Europa.
Le terme di Catez, ubicate in una pianura circondata da dolci colline che rendono il clima mite, sono tra i centri termali più rinomati della Slovenia. Le fonti hanno una temperatura che va dai 42°C ai 63°C e grazie alle numerose attrazioni le Terme di Catez sono tra le destinazioni turistiche più attraenti d’Europa, di fatto la "Riviera termale estiva" e la "Riviera termale invernale" sono il più grande sistema di piscine in Slovenia. Le loro acque sono indicate per patologie reumatiche, dell'apparato digerente, neurologiche e ginecologiche.
Pur essendo fra i più recenti stabilimenti termali sloveni, Ptuj (in Italiano Poetovio), che sorge nella bassa Valle del Drava nella Slovenia nord-orientale, vanta una storia romana antica che raggiunse il suo massimo splendore sotto l'Imperatore Traiano. Oggi ci si può immergere nel fascino dell’Antica Roma entrando nel suggestivo centro benessere suddiviso in tre complessi: l'”Imperium” del benessere, “Flavia” con i bagni termali e le saune e “Vespasianus” con le piscine. Tra le attrattive del luogo, oltre al Castello ed al Monastero, la cantina di vini più antica della Slovenia, che vanta una tradizione di 800 anni e dove si possono degustare gli ottimi vini locali.
Le terme Dobrna sono il centro termale sloveno più antico tuttora in funzione e vanta 600 anni di tradizione. Il cuore delle Terme Secolari è la sorgente termale che si trova nella sua parte centrale. L’acqua, con temperatura alla sorgente di 35°-36°C, si presume che sorghi a una profondità di 1200m e tratta e cura tutti i tipi di patologie femminili. Vengono eseguiti trattamenti per disturbi e patologie ginecologiche che accompagnano la vita della donna in tutte le età.
Lendava è la città più orientale della Slovenia al confine con l'Ungheria. Nel piccolo borgo sorge un centro termale le cui caratteristiche sono assolutamente uniche grazie all'uso di acqua termominerale ad alto contenuto di paraffina, ingrediente molto usato nella cosmesi. Questa particolare e benefica acqua termale venne scoperta nel 1965 e da allora viene utilizzata nei trattamenti di bellezza, con effetti particolarmente positivi sulla pelle.
A Rogaska Slatina il paesaggio collinare, i boschi e i parchi curati fanno da sfondo ad una delle più antiche e rinomate località termali della Slovenia che nel passato ospitò personaggi di grande rilievo come l'Imperatore Ferdinando d'Austria e il compositore Franz Listz. Tra le sue sorgenti, di estrema importanza quella denominata Donat dalla quale, scoperta nel 1908, sgorga un’acqua minerale naturale che vanta il più alto contenuto di magnesio tra tutte le acqua minerali naturali certificate al mondo.


Per saperne di più:

Come raggiungere la Slovenia.
Dall'aeroporto principale sloveno Jože Pučnik Ljubljana, oltre ai voli giornalieri per le numerose città europee, operano anche due compagnie low cost, EasyJet e Wizz Air. Si può atterrare anche in uno degli aeroporti negli Stati vicini e proseguire verso la Slovenia in autobus, treno o in una macchina noleggiata. Il trasporto dagli aeroporti vicini in Slovenia è offerto anche dalla compagnia low cost GoOpti. Da maggio a ottobre sono frequenti anche i servizi con motoscafi che partono da Venezia, Trieste, Parenzo e Rovigno. Se si viaggia in automobile, per percorrere le autostrade sono obbligatori i bollini; per i trasgressori sono previste multe salate.

Il sito web Slovenia.info, la guida ufficiale dell'Ufficio del Turismo Sloveno, offre informazioni utili e suggerimenti interessanti per chi voglia visitare il Paese.
www.slovenia.info/

 

Museo Etnografico di Val Trebbia: Cultura di storia e del futuro di Franco Colacello

museo valtrebbia


Il Museo Etnografico di Val Trebbia appartiene a quella nuova generazione di esposizioni aperte al pubblico che hanno permesso e promosso una nuova attenzione diffusa per l’Istituzione Museo.
Da anni in crisi d’identità e di fruizione pubblica, i musei in generale, trovano, verso la fine dello scorso millennio, nuova linfa propositiva nei confronti dell’opinione pubblica e da questa una nuova sensibilità e curiosità culturale.
Motivo del risveglio d’interesse nei confronti dell’Ente museale è sicuramente la riproposizione di una nuova rappresentanza ideale per la collettività, per il territorio e per la sua economia di risorse naturali, artistiche, d’intrapresa e di cultura diffusa. Altre si è la variegata ed opportuna offerta di nuovi, interessanti e popolari testimonianze musealizzate , rese accessi ai più sia logisticamente che economicamente.
Dal concetto proprio del diciannovesimo secolo, del bello estetico, si è approdati a due diversi aspetti contemporanei da un lato all’approccio, in realtà non originalissimo in quanto tipico di raccolte private del  cinque-seicento.
Dall’altro il concetto, squisitamente novecentesco, strettamente bellegato  all’importanza propria del bene culturale in quante testimonianza di civiltà. Testimonianza che può intrecciarsi tra gli aspetti i più disparati, quale ad esempio i valori artistici, storici, etnici, di tradizione liturgici ed anche le caratteristiche tecniche del bene-oggetto. In questo contesto notevole sviluppo ha ottenuto il settore Etnografico locale, acquistando un importante ragione d’essere.
Nello specifico contesto della Val Trebbia il mondo tradizionale, sopravvissuto per molti aspetti fino all’immediato secondo dopo guerra, legato al perdurare di una economia contadina, a subito successivamente una rapida trasformazione.
La Val Trebbia vanta e dintreccia tra loro la forte Natura solo parzialmente modificata, dal uso agricolo di alcuni terreni e una tradizione culturale pari a poche altre nel mondo. L’Abbazia di S. Colombano è stata al centro, tra l’altro, della nascita e della diffusione dell’agricoltura in Europa.
Ecco le ragioni di un Museo Etnografico Val Trebbia le cui collezioni sono caratterizzate anche dalla presenza di oggetti che racchiudono le caratteristiche di utilità ed artisticità. Pialle del seicento riccamente intarsiate, cavatappi dell’ottocento arricchiti con altorilievi, macchine agricole che possono essere tranquillamente assimilate a sculture d’arte moderna oppure d’installazioni.
Il Museo Etnografico non è affatto statico, ma nella nuova concezione di centro creativo, propone oltre alla testimonianza della storia identitaria locale anche una serie di eventi culturali quali mostre artistiche e corsi residenziali sui beni e sulle attività culturali.
Il museo offre anche la possibilità di trascorrere dei soggiorni particolari con la formula bed& breakfast, la famiglia Magistrati, proprietaria da secoli del piccolo Borgo che ospita il museo,  consiglia la prenotazione per poter offrire al meglio  la particolare accoglienza.


Informazioni: 
tel.0523 937705 e 347 9694873
Fax.0523 937138 e 035 363048
www.museoetnograficovaltrebbia.it-  museoetnograficoibero.it
www.bedbreakfastalmuseo.it –  www.agricolamagistrati.it
quando venire a trovarci:
il Museo è visitabile da maggio a settembre nei giorni festivi e prefestivi  dalle ore 9.00 alle 19.00. nel mese di agosto siamo sempre aperti. Negli altri mesi è possibile la visita tramite prenotazione anche in altri giorni feriali per gruppi di almeno 10 persone.
Come raggiungerci:
da Milano: autostrada A1 > Piacenza sud > statale 45 Bobbio- Genova  Val Trebbia.
da Bergamo: statale Crema> codogno>piacenza.
Da Piacenza: Statale45 Bobbio-Genova Val Trebbia per ca 35 km > svoltare a sinistra per bivio Cassolo> seguire le indicazioni Museo Etnografico Val Trebbia.


 Per assaporare al meglio le specialità della Val Trebbia si consiglia:
Ristorante Bar Giardino: Piazza san Francesco, 1 - 29022 - Bobbio (PC)
I Cacciatori: Via porta agazza, 9 - 29022 - Bobbio (PC)

 

Eductour stampa turistica

eductours

Related articles

Redazione Agorà Turismo

Agorà Turismo - on line magazine 
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bergamo – I
N° 02 del 01 febbraio 1990

Direttore responsabile:
Giuseppe Venuti

Direttore editoriale:
Monica Piana

In redazione
Giovanna Fidone, Avvocato Maria Carmina Gallucci, Caterina Emma Colacello, Romina Liuzza, Laura Cavalieri Manasse, Laura Landi,  Silvana Carminati, Rossella Barbetti.

Editore:
FOCOPI, associazione culturale dal 1994,
Iscr. Registro ex L.R. 28/96 Regione Lombardia F.2 n.7 Sez.B Cultura

C.F.: 95083990168

Scarica la nostra applicazione:

GOOGLE PLAY APP STORE



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information