A Lerici arriva la nona edizione di “Mytiliade”, dall'1 al 16 settembre

  Ritorna a Lerici, dal 1 al 16 settembre, una delle manifestazione più attese, Mytiliade: progetto giunto alla sua nona edizione e nato per promuovere una eccellenza

See more details
Il Golfo di Talamone: un gioiello toscano da visitare

  Talamone, frazione di Orbetello, sorge su di un promontorio roccioso al confine meridionale del Parco dell'Uccellina in Maremma, in posizione dominante su tutto il t

See more details
Nasce “Progetto Rete Siti Unesco”: 14 siti del Meridione, Patrimonio dell’Umanità, si associano

  Un'importante iniziativa appena presentata a Matera, prossima Capitale europea della Cultura 2019, dal nome Progetto Rete Siti Unesco, mette insieme 14 siti Une

See more details
Innsbruck, muoversi in verticale

  6 - 16 settembre 2018: Campionato del Mondo di arrampicata. Innsbruck (Austria). Scalate adrenaliniche nella Capitale delle Alpi   Oltre 600 percorsi di arramp

See more details
In Italia è sempre più vietato dai comuni l'escursionismo improvvisato

  Sono sempre più numerosi i comuni italiani che vietano e sanzionano, attraverso cartelli indicatori, l’escursionismo improvvisato, quello effettuato senza attrezz

See more details
Albania da scoprire

  L’Albania è stato uno dei paesi più chiusi ai turisti in Europa fino al 1990. Assoggettato alla dittatura di Enver Hoxha per decenni ha tenuto serrate le proprie

See more details
Paolo Fresu alla rassegna “I suoni delle dolomiti”, un viaggio alla scoperta dei suoni della montagna

  Cosa fanno insieme un'orchestra della tradizione musicale ladina – la Musega de Poza – e un grande musicista jazz come Paolo Fresu? La risposta è semplice

See more details
Vacanza eco - chic a cavallo tra mare e fiume

Parco Naturale del Delta del Po (Ro) - Vacanza nella natura a Barricata Holiday Village. A cavallo, in barca, in bicicletta tra dune e canneti.Barricata Ranch: escursioni a

See more details
Hotel Royal Victoria e Hotel Villa Cipressi:bien vivre sul lago di Como

Martedì 31 luglio torna l'evento più glamour dell'estate: la 4^ edizione della Festa della Regina. Cena gourmet e spettacolo pirotecnico, gli ingredienti della serata.Corr

See more details
A Certaldo (Fi) Mercantia - XXXI Festival internazionale del teatro del giullare

ph credits: certaldo.it Dal 11 al 15 luglio 2018 “Tra la Terra e il Cielo” si apre il quarto decennio del Festival sulle origini del giullare. Festival nuovo, valori i

See more details
Notte Rosa: capodanno estivo da vivere in allegria

Vivi in rosa…“Pink your life”. Giunta alla 13a edizione, la Notte Rosa della Riviera Romagnola, uno degli appuntamenti estivi più attesi in tutto il Paese, invita i s

See more details
Un rigenerante bagno nella foresta

 La pratica giapponese del Forest Bathing fa bene alla salute fisica e mentale. Ecco i luoghi più immersivi d’Italia in cui respirare l’atmosfera dei boschi e sentir

See more details
Piemonte! 100 emozioni in bici tra bric e foss

100 percorsi geomappati, 4300 km attraverso 5 siti Unesco, 355 comuni, 17 parchi e riserve, 136 tra Dop, Dogc e Igp, 200 strutture ricettive a misura di biker…E poi pievi

See more details
Le 18 esperienze imperdibili dell’estate 2018 a New York City

Arte e cultura, eventi sportivi, NYC Restaurant Week®, e molti altri appuntamenti animeranno la città nel corso dei prossimi mesi  New York City  invita i visi

See more details
A Bologna inizia la decima edizione di IT.A.CÀ, il primo e unico festival in Italia sul turismo responsabile

  Si apre ufficialmente a Bologna, venerdì 25 maggio, la prima tappa di IT.A.CÀ, migranti e viaggiatori: un inizio importante che sigla il decennale del festival

See more details
5 miti da sfatare su West Hollywood

West Hollywood, o WeHo come è nota ai locali, è una piccola città da molti conosciuta per quello che non è. Non è Hollywood (un quartiere di Los Angeles), non è un qua

See more details
La Farnesina indica i Paesi più pericolosi per andare in vacanza quest'anno

  Nella sua comunicazione ufficiale dei Paesi più pericolosi per trascorrervi le vacanze, la Farnesina quest'anno sconsiglia di recarsi in Cisgiordania e nella Città

See more details
Borg El Arab è la nuova meta sul mare dell’Egitto

  L'Egitto è una nazione che si rivela continuamente, alle sue famose località di mare ogni tanto se ne aggiunge una, è il caso di Borg El Arab, la nuova meta sul m

See more details
"Fiore di pietra", il nuovo rifugio sul Monte Generoso, realizzato da Mario Botta

  Il Monte Generoso,1701 metri, nelle Prealpi comasche è al confine di Stato tra l'Italia e la Svizzera; dal versante svizzero si arriva in cima grazie 

See more details
Parma dal 7 maggio diventa il palcoscenico di Cibus 2018

  Parma, che nel 2015 ha conquistato il titolo Unesco di "Città Creativa per l'Enogastronomia", è ambasciatrice della Food Valley internazionale, per la miriade

See more details
Una vacanza speciale su due ruote: il giro della Catalogna in bicicletta

  La vacanza è, per autonomasia, il momento in cui si esce dalla quotidianità e si sceglie un'alternativa temporanea per ritemprarsi, per godere delle novità e per

See more details
All'Agriturismo “Il Rigo” potete immergervi nel fantastico territorio delle Crete Senesi

  All'Agriturismo “Il Rigo” potete immergervi nel fantastico territorio delle Crete Senesi   L'azienda agricola il Rigo sorge in mezzo alle Crete Senesi, in

See more details
Borgo Egnazia, ritrovare la forma nella masseria pugliese a 5 stelle

Borgo Egnazia si trova nei pressi di Fasano, antica e misteriosa città della Puglia, in provincia di Brindisi, la sua architettura ricorda un tipico villaggio pugliese sosp

See more details
Costarica 2018: wellness "pura vida"

ph credits: puravidauniversity.eu Costa Rica è la destinazione perfetta dove praticare yoga, meditazione e ritrovare il proprio benessere attraverso una vacanza rilassante

See more details
Capodanno da "mille e una notte" a Cortina

  A Capodanno cene romantiche, allestimenti da fiaba, cocktail in centro e party in quota, con infinite possibilità di divertimento sulla neve e baci che non si dimen

See more details
Festività alla Terme dell'Emilia Romagna

Le località termali delle Terme dell'Emilia Romagna sono le mete ideali per trascorre piacevoli momenti durante le festività natalizie e godere della magia di percorsi rig

See more details
Autunno di yoga nella Valle di Gastein

Si è appena rientrati dalle vacanze ma si è già alla ricerca di nuove energie per affrontare il lungo inverno? Perché non organizzare un break nel Salisburghese all’in

See more details
Colico: colorata e libera come le vele dei Kitesurf

Di Giovanna FidoneColico è un comune italiano di 7743 abitanti della provincia di Lecco (il decimo per numero di abitanti)  in Lombardia ma è storicamente legata alla p

See more details
Estate a tutta adrenalina in Valtellina

Estate a tutta adrenalina in Valtellina Se l'adrenalina è uno degli elementi fondamentali della vostra vacanza, la Valtellina è la località che fa per voi. Ecco le attiv

See more details
Bad Moos Dolomites Spa Resort: per una vacanza all'insegna dello sport e del benessere

di Michela Crippa Nel cuore del Parco Naturale delle Dolomiti di Sesto, nella Val Fiscalina, sorge il Bad Moos (www.badmoos.it), hotel di autentica tradizione altotesina, l

See more details

La rivista

Museo Etnografico di Val Trebbia: Cultura di storia e del futuro di Franco Colacello

museo valtrebbia


Il Museo Etnografico di Val Trebbia appartiene a quella nuova generazione di esposizioni aperte al pubblico che hanno permesso e promosso una nuova attenzione diffusa per l’Istituzione Museo.
Da anni in crisi d’identità e di fruizione pubblica, i musei in generale, trovano, verso la fine dello scorso millennio, nuova linfa propositiva nei confronti dell’opinione pubblica e da questa una nuova sensibilità e curiosità culturale.
Motivo del risveglio d’interesse nei confronti dell’Ente museale è sicuramente la riproposizione di una nuova rappresentanza ideale per la collettività, per il territorio e per la sua economia di risorse naturali, artistiche, d’intrapresa e di cultura diffusa. Altre si è la variegata ed opportuna offerta di nuovi, interessanti e popolari testimonianze musealizzate , rese accessi ai più sia logisticamente che economicamente.
Dal concetto proprio del diciannovesimo secolo, del bello estetico, si è approdati a due diversi aspetti contemporanei da un lato all’approccio, in realtà non originalissimo in quanto tipico di raccolte private del  cinque-seicento.
Dall’altro il concetto, squisitamente novecentesco, strettamente bellegato  all’importanza propria del bene culturale in quante testimonianza di civiltà. Testimonianza che può intrecciarsi tra gli aspetti i più disparati, quale ad esempio i valori artistici, storici, etnici, di tradizione liturgici ed anche le caratteristiche tecniche del bene-oggetto. In questo contesto notevole sviluppo ha ottenuto il settore Etnografico locale, acquistando un importante ragione d’essere.
Nello specifico contesto della Val Trebbia il mondo tradizionale, sopravvissuto per molti aspetti fino all’immediato secondo dopo guerra, legato al perdurare di una economia contadina, a subito successivamente una rapida trasformazione.
La Val Trebbia vanta e dintreccia tra loro la forte Natura solo parzialmente modificata, dal uso agricolo di alcuni terreni e una tradizione culturale pari a poche altre nel mondo. L’Abbazia di S. Colombano è stata al centro, tra l’altro, della nascita e della diffusione dell’agricoltura in Europa.
Ecco le ragioni di un Museo Etnografico Val Trebbia le cui collezioni sono caratterizzate anche dalla presenza di oggetti che racchiudono le caratteristiche di utilità ed artisticità. Pialle del seicento riccamente intarsiate, cavatappi dell’ottocento arricchiti con altorilievi, macchine agricole che possono essere tranquillamente assimilate a sculture d’arte moderna oppure d’installazioni.
Il Museo Etnografico non è affatto statico, ma nella nuova concezione di centro creativo, propone oltre alla testimonianza della storia identitaria locale anche una serie di eventi culturali quali mostre artistiche e corsi residenziali sui beni e sulle attività culturali.
Il museo offre anche la possibilità di trascorrere dei soggiorni particolari con la formula bed& breakfast, la famiglia Magistrati, proprietaria da secoli del piccolo Borgo che ospita il museo,  consiglia la prenotazione per poter offrire al meglio  la particolare accoglienza.


Informazioni: 
tel.0523 937705 e 347 9694873
Fax.0523 937138 e 035 363048
www.museoetnograficovaltrebbia.it-  museoetnograficoibero.it
www.bedbreakfastalmuseo.it –  www.agricolamagistrati.it
quando venire a trovarci:
il Museo è visitabile da maggio a settembre nei giorni festivi e prefestivi  dalle ore 9.00 alle 19.00. nel mese di agosto siamo sempre aperti. Negli altri mesi è possibile la visita tramite prenotazione anche in altri giorni feriali per gruppi di almeno 10 persone.
Come raggiungerci:
da Milano: autostrada A1 > Piacenza sud > statale 45 Bobbio- Genova  Val Trebbia.
da Bergamo: statale Crema> codogno>piacenza.
Da Piacenza: Statale45 Bobbio-Genova Val Trebbia per ca 35 km > svoltare a sinistra per bivio Cassolo> seguire le indicazioni Museo Etnografico Val Trebbia.


 Per assaporare al meglio le specialità della Val Trebbia si consiglia:
Ristorante Bar Giardino: Piazza san Francesco, 1 - 29022 - Bobbio (PC)
I Cacciatori: Via porta agazza, 9 - 29022 - Bobbio (PC)

 

Santorini by Cruise - di Giovanna Fidone

santorini

Ci sono tanti modi per raggiungere la magica isola di Santorini dell’arcipelago delle Cicladi ed innamorarsi dei sui meravigliosi tramonti, in particolare nei villaggi di Imerovigli e Oia. Sbarcare da una nave da crociera associa all’eleganza del viaggio, la scoperta di un’isola senza tempo, dove la natura e la leggenda si intersecano in panorami mozza fiato.
 
Santorini si trova a circa 200 km a sud-est dalla Grecia continentale ed è un gruppo di circolare di isole vulcaniche nel Mar Egeo. Santorini è l'isola più meridionale delle Cicladi, e comprende una superficie di circa 73 chilometri quadrati. Furono i Veneziani a dare all'isola il nome di Santorini nel XIII secolo, dedicandola a Santa Irene.
Santorini accoglie le grandi navi da crociera regalando il fascino dei suoi colori, unici al mondo: le rocce vulcaniche sono di colore rosso, marrone o verde, i villaggi e il mare blu che si confonde con il cielo terso. Questa è Santorini: piccoli villaggi a picco sul mare ricchi di leggende e storia come Caldera o le cittadine di Fira (o Thira) e Firostefani che se durante la giornata sonnecchiano al sole, alla sera si anima di  una vivace vita notturna.
L'isola conta circa 15.000 abitanti sparsi su un terreno di origine vulcanica: l'eruzione vulcanica del 1500 a.C.  ha posto fine alla civiltà minoica originaria dell'isola di Creta, con la creazione di un gigantesco tsunami , e si  narra, la contemporanea scomparsa della leggendaria isola di Atlantide.
L’escursione a Santorini, sbarcando da una nave da crociera è davvero limitata a poche ore. Si possono scegliere due percorsi: quello balneare  e quello archeologico.  Le spiagge più note sono quelle di Kamari, Perivolos, Perissa, Akrotiri dove si trovano anche negozi alla moda e locali per tutti i gusti e le tasche.
Il percorso archeologico prevede la visita del sito di Akrotiri, una città distrutta dall'eruzione del vulcano e conservata sotto strati di lava e dell'antica Thira, il capoluogo: tipiche casette di calce bianca su un promontorio di 200 metri in contrasto con spiaggia di lava nera. Non può mancare la visita al museo archeologico, dove sono custoditi i reperti degli insediamenti più antichi dell'isola, e del museo Megara con le testimonianze dell'ultimo terremoto avvenuto nel 1956.
Anche gli amanti della tavola saranno soddisfatti da quest’isola incredibile: il vino prodotto è tra i migliori della Grecia e un giro degustativo delle cantine locali  è un ricordo piacevole e gustoso.
Per raggiungere l'isola, è possibile prendere i traghetti di grandi dimensioni  o arrivare in aereo. L'aeroporto di Santorini (JTR) è situato a nord del villaggio di Kamari, con servizio regolare  in estate (ricordiamo la Easyjet offre voli diretti da Milano-Malpensa). Ma sbarcare da una nave da crociera regala la sensazione di far parte di un sogno. E risalendo a bordo il pensiero comune è: devo tornarci. Presto.


Per saperne di più:
Ufficio Turistico di Santorini presso l’aeroporto
Tel +30 2310471170 oppure  +30  2310 985215
Interessante è la consultazione del sito dell’Osservatorio nazionale del turismo greco:
http://www.visitgreece.gr/

 

Corfù: il Palazzo dell'Achilleion - di Giovanna Fidone

Corfù, o Kerkyra, è tra le più affascinanti isole greche e la meta ideale per le proprie vacanze. Oltre alle sue accoglienti città, l’isola offre spiagge stupende e luoghi incantati nascosti dai suoi boschi lussureggianti. Persino Apollonio di Rodi nei suoi noti “Argonauti” racconta che l’isola rappresentò un luogo di sosta per Giasone e gli Argonauti nelle loro imprese di conquista del Vello d’Oro. L’isola è anche protagonista nell’Odissea di Omero, citata col nome di Scheria, isola dei Leggendari Feaci che con le loro imbarcazioni  arrivarono qui dalle lontane terre dei Ciclopi.
Secondo il poeta, Ulisse, sfuggito dalla perfida Calipso e sulla rotta di casa, fu osteggiato dal Dio del mare Poseidone che trasformò la sua nave in una roccia e con l’impeto delle onde costrinse l’eroe a cercare riparo sulle coste di Scheria, allora governata dai Feaci. Nausica, figlia del Re dei Feaci Alcinoo, intenta a lavare i panni in spiaggia con alcune schiave, incontrò e soccorse Ulisse che, prima di ripartire per la sua Itaca, volle conoscere ed ammirare le bellezze di questa isola. 
Le leggende su Corfù sono molte ma l’amore della principessa Sissi, consorte di Francesco Giuseppe d’Austria,  per quest’isola è una realtà testimoniata da uno splendido Palazzo che di mitico mantiene il nome: Palazzo dell'Achilleion, a pochi chilometri da Kerkia, è uno dei luoghi più visitati di Corfù ed è facile capirne il motivo. L’imperatrice Elisabetta d’Austria veniva spesso a trascorrere le sue vacanze (o fughe) da Vienna in questa lussuosa villa da lei fortemente voluta
nel 1890 subito dopo la misteriosa tragedia di Mayerling del 1889, quando l’unico figlio della sovrana Rodolfo d’Austria si tolse  la vita insieme all’amante Maria Vetsera. Su consiglio del console Alexander von Watzberg, Sissi si ritira sull’isola e individua il rifugio su cui edificare il palazzo su un colle presso il villaggio di Gastouri. La costruzione è affidata all’architetto napoletano Raffaele Carito, che progetta una struttura d’impostazione neoclassica, almeno negli esterni. La struttura principale è un imponente edificio chiaro posto sulla cima di una collina; ci sono alcuni affascinanti reperti storici al suo interno, giardini arricchiti da statue e da splendidi panorami sulla costa. 
La statua più imponente è quella dell'Achille morente, opera in bronzo di Hernst Herter del 1884, che domina l'estremità dei giardini. La casa prende ovviamente il nome da Achille, ossessione letteraria di Sissi, che nella mitologia greca è stato il più grande di tutti i guerrieri. Ci sono le statue di Achille intorno ai giardini e suoi dipinti all'interno della casa.
Il motivo di questa predilezione lo spiega Sissi in persona. “Achille per me incarna l’anima greca e la bellezza di questa terra….Di sacro non c’era per lui che la sua volontà. Ha vissuto solo per i suoi sogni, e più dell’intera vita gli era prezioso il suo dolore. Nel 1898, quando la sovrana viene assassinata in Svizzera, la dimora passa per testamento agli eredi. Nel 1908, però, viene acquisita dal Kaiser Guglielmo II di Germania, che a Corfù trascorre le vacanze estive fino allo scoppio del primo conflitto mondiale. ll kaiser, fedele alla tradizione della villa, commissiona all’artista tedesco Johannes Gotz l’icona in bronzo d’un Achille vittorioso. Alla fine della Grande Guerra l’edificio diviene un bene statale e ceduto a un gruppo privato. Oggi è possibile visitare la villa, dal salotto alla sala da pranzo, fino alla cappella affrescata: il piano terra è infatti ora aperto come museo, con una piccola ma interessante collezione di dipinti, piccole statue, mobili, costumi e oggetti personali legati al palazzo. Meraviglioso rimane il portico con il colonnato dove sono posizionate le statue delle divinità che si apre su giardini curati e lussureggianti a picco sul mare. Il luogo è tra i più visitati dell’isola e per questo è meglio evitare le ore centrali del mattino e del pomeriggio. Per raggiungere l’Achilleion con i mezzi pubblici si può prendere il bus n.10. L’ingresso costa  7 euro ed è accessibile ai disabili. Non perdete l’occasione di un tuffo nel passato visitando una villa senza tempo, usata anche come  location per il film di James Bond "Solo per i tuoi occhi". Perché non c’è niente di più attuale del mito Achille.

 

Tempio di Borobudur: il lato spirituale dell’Indonesia - di Giovanna Fidone

Indonesia2

Sono tanti i motivi per visitare l’Indonesia in generale e l’isola di Java in particolare. Infatti, non sono solo le bellezze naturalistiche a rendere questo arcipelago unico al mondo. La spiritualità fa parte del Dna di questo popolo che la religione la vive, la sente e la ricambia in quei sorrisi cordiali che ti fanno sentire immediatamente accolto e a casa.
Ogni religione  ha i suoi spazi sacri e Borobudur è per gli indonesiani il tempio delle meraviglie del mondo. Un posto magico dove l’umano e il divino si sfiorano e la religione l’ascolti nei silenzi raccolti dei milioni di fedeli che ogni anno pregano su quelle scalinate senza tempo.
Due milioni di blocchi di pietra in terrazzamenti importanti e una base quadrata che misura 118 metri. Una piramide con uno stupa centrale dedicato al Buddha sale dalla foresta: il nome sembra derivi dal sanscrito Vihara Buddha Uhr, monastero buddhista sulla collina.
Fu realizzato tra il 750 e l’850 a.C. su un promontorio, una vista mozzafiato sulle bellezze del creato.  Dimenticato per anni, ritornò agli antichi fasti solo 1815 e restaurato in fasi e momenti successivi. Nasce come  visualizzazione buddhista del cosmo tradotto in pietra su cui centinaia di bassorilievi raccontano pagine di storia giavanese dalla quotidianità ai momenti di gesta eroiche, in una sorta di libro scultoreo di alto valore artistico.
Tutto è posizionato in fase ascendente dalle passioni terrene al Nirvana venendo ad assomigliare a un enorme mandala. Meravigliose sono anche le riprese dall’alto esposte all’entrata del tempio che rimarcano l’equilibrio e l’armonia di un tempio che a distanza di secoli continua ad essere, anche dal punto di vista architettonico, estremamente moderno ed affascinante.
Le prime ore della giornata e quelle del tramonto sono le ore migliori per visitare il complesso, per diverse ragioni. Sicuramente le temperature sono più miti e soprattutto si evita l’afflusso selvaggio dei turisti e della compagnie organizzate. E’ in silenzio il modo migliore per vivere Borobudur.
Le preziose guide locali accompagnano lungo il sito archeologico, aiutando ad immergersi nella storia e nelle vicende legate a questo complesso ma poi si consiglia di passare del tempo da soli e sentirsi contagiati dalla magia del posto.

Si può dormire all’interno del complesso sacro, al Manohara Hotel ma la visita si può concludere in metà giornata. Non si può visitare l’isola di Java senza passare da Borobudur e riscoprire la propria spiritualità semplicemente sopita nella nostra quotidianità ma che aspetta di essere risvegliata anche grazie a posti unici. Come Borobudur.

Per  saperne di più:
AMBASCIATA COMPETENTE
Ambasciata d'Italia a JAKARTA
Jalan Diponegoro no. 45, Menteng
Jakarta 10310, Indonesia
Tel.: (+62 21) 319.374.45
Fax: (+62 21) 319.374.22
Ufficio Consolare: Tel./Fax (+62 21) 319.234.90
http://www.ambjakarta.esteri.it/Ambasciata_Jakarta

 

Bossico: week end in mezzo al verde per scoprire l’energia degli alberi

Category: Speciali

panorama bossico

Di Giovanna Fidone
Ci sono molti motivi per scegliere di visitare Bossico. Situato in una zona panoramica, su un altopiano che domina la Val Borlezza, l’alta Val Cavallina ed il Lago d'Iseo con la Val Camonica, la sua posizione offre una vista panoramica mozzafiato.  Il territorio è molto accessibile e alla portata di tutti, offrendo passeggiate immersi nei boschi a contatto con la natura, mentre per chi ama la mountain-bike non mancano strade sterrate adatte a questa disciplina. Inoltre, il clima reso mite e arieggiato dalla vicinanza del Lago d'Iseo si associa ad una caratteristica unica di questo borgo: è sempre baciato da sole. Sarà forse questo il motivo per il quale pare esserci una particolare energia che appartiene a tutte le piante ma che qui, più che altrove si manifesta con segnali quasi tangibili. Ecco, noi della redazione di Agorà Turismo siamo andati a Bossico per questo.  Sabato 24 e domenica 25 ottobre l'associazione Bossico Borgo Turistico Diffuso, presieduta da Marinella Cocchetti, ha organizzato un "Weekend in mezzo al verde", cioè un corso residenziale alla scoperta dell'energia equilibrante delle piante di Bossico.  L'esperta, Cornelia Giordani, consulente in Fitoterapia Energetica, Numerologia evolutiva e Simbologia della malattia (mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. ; web: http//piante amiche.blogspot.com), ha presentato ai partecipanti la tecnica di preparazione dei rimedi riequilibranti. Non vi spaventate è più semplice di quello che sembra.

 passeggiata nel bosco small bosco autunno small

Bisogna rispettare la natura ed amarla, credere in noi stessi e imparare ad ascoltarci.  Insieme ai nostri fantastici compagni di viaggio abbiamo imparato a prepararci rimedi naturali a costo zero. O meglio l’automedicazione ha un costo che non si misura in euro ma in spazio. Quello che dobbiamo imparare a prenderci e a donare. Saranno veramente efficaci? Per ora si ha la certezza di non fare danni (proprietà non da poco). Possiamo affermare che qualche goccia di acqua energizzata all’abete ha diminuito gli effetti di un attacco allergico e due gocce al tiglio ci hanno fatto riposare come non ci capitava da anni. Suggestione? Forse, ma il potere della natura, la sua forza energetica non deve essere dimostrata, solo ascoltata e non è in contrasto con niente, neppure con la medicina cosiddetta classica.

La passeggiata nel bosco di sabato ci ha dato tanto e ci ha insegnato a chiedere agli alberi solo quello di cui avevo bisogno, una norma da applicare alla vita. Forti di quella energia positiva il pranzo all’Azienda Agrituristica Cinque Abeti (mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. ) ci è sembrato la giusta pausa rigenerante. Perché i prodotti della natura genuini e ghiotti sono essi stessi energia da vivere e gustare.

cinque abeti small panorama cavalli small

Un ringraziamento a Isacco, che davvero fa dell’accoglienza il suo marchio di garanzia. E a proposito di accoglienza e di cucina sopraffina non possiamo non citare l’Hotel Miralago (www.hotel-miralago.com). Dalla nostra camera moderna e confortevole ci siamo goduti un panorama davvero da fiaba. L’avventura nel bosco della domenica, la meditazione tra gli alberi, le risate e le confidenze con i nostri amici di corso sono solo alcuni degli ingredienti cha hanno reso questo fine settimana davvero da ricordare.

miralago ristorante small tavola miralago small

Perché l’energia degli alberi di Bossico ha sicuramente contagiato positivamente anche i suoi abitanti che ci hanno fatto sentire a casa, non come turisti ma come amici di vecchia data. La cena al Ristorante-Pizzeria “7 Colli” (www.ristorante7colli.it ) tra un risotto al mirtillo e una degustazione dei saporiti formaggi locali ci ha trovato a ridere e scherzare fino a tardi. Non vi abbiamo ancora convinto ad andare a Bossico? Vi confessiamo che  tra un mese ci ritorniamo perché già ne sentiamo la mancanza e insieme ai corsisti di questi anni ci racconteremo le nostre esperienze di automedicazione. E poi gli amici di Bossico ci aspettano. E questa è davvero energia positiva.


Per saperne di più:
www.bossicoturismo.com
Mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Telefono 3403291761 oppure al 3387711078

 

Page 24 of 24

Eductour stampa turistica

eductours

Related articles

Redazione Agorà Turismo

Agorà Turismo - on line magazine 
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bergamo – I
N° 02 del 01 febbraio 1990

Direttore responsabile:
Giuseppe Venuti

Direttore editoriale:
Monica Piana

In redazione
Giovanna Fidone, Avvocato Maria Carmina Gallucci, Caterina Emma Colacello, Romina Liuzza, Laura Cavalieri Manasse, Laura Landi,  Silvana Carminati, Rossella Barbetti.

Editore:
FOCOPI, associazione culturale dal 1994,
Iscr. Registro ex L.R. 28/96 Regione Lombardia F.2 n.7 Sez.B Cultura

C.F.: 95083990168

Scarica la nostra applicazione:

GOOGLE PLAY APP STORE



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information