Plastic Whale, la prima organizzazione al mondo che pratica il plastic fishing nei canali di Amsterdam

  A molte persone piace l'idea di fare una crociera, così alcuni anni fa è nata un'impresa olandese che coglie questo desiderio per trasformarlo in una tra le esperi

See more details
Villa Cipressi a Varenna: giardino incantato sul lago di Como

L’unico spazio verde sul lago di Como che, durante l’inverno, si trasformerà in un giardino incantato per accogliere i visitatori Villa Cipressi entra nel prestigioso

See more details
A Lerici arriva la nona edizione di “Mytiliade”, dall'1 al 16 settembre

  Ritorna a Lerici, dal 1 al 16 settembre, una delle manifestazione più attese, Mytiliade: progetto giunto alla sua nona edizione e nato per promuovere una eccellenza

See more details
Il Golfo di Talamone: un gioiello toscano da visitare

  Talamone, frazione di Orbetello, sorge su di un promontorio roccioso al confine meridionale del Parco dell'Uccellina in Maremma, in posizione dominante su tutto il t

See more details
Nasce “Progetto Rete Siti Unesco”: 14 siti del Meridione, Patrimonio dell’Umanità, si associano

  Un'importante iniziativa appena presentata a Matera, prossima Capitale europea della Cultura 2019, dal nome Progetto Rete Siti Unesco, mette insieme 14 siti Une

See more details
Innsbruck, muoversi in verticale

  6 - 16 settembre 2018: Campionato del Mondo di arrampicata. Innsbruck (Austria). Scalate adrenaliniche nella Capitale delle Alpi   Oltre 600 percorsi di arramp

See more details
In Italia è sempre più vietato dai comuni l'escursionismo improvvisato

  Sono sempre più numerosi i comuni italiani che vietano e sanzionano, attraverso cartelli indicatori, l’escursionismo improvvisato, quello effettuato senza attrezz

See more details
Albania da scoprire

  L’Albania è stato uno dei paesi più chiusi ai turisti in Europa fino al 1990. Assoggettato alla dittatura di Enver Hoxha per decenni ha tenuto serrate le proprie

See more details
Paolo Fresu alla rassegna “I suoni delle dolomiti”, un viaggio alla scoperta dei suoni della montagna

  Cosa fanno insieme un'orchestra della tradizione musicale ladina – la Musega de Poza – e un grande musicista jazz come Paolo Fresu? La risposta è semplice

See more details
Vacanza eco - chic a cavallo tra mare e fiume

Parco Naturale del Delta del Po (Ro) - Vacanza nella natura a Barricata Holiday Village. A cavallo, in barca, in bicicletta tra dune e canneti.Barricata Ranch: escursioni a

See more details
Hotel Royal Victoria e Hotel Villa Cipressi:bien vivre sul lago di Como

Martedì 31 luglio torna l'evento più glamour dell'estate: la 4^ edizione della Festa della Regina. Cena gourmet e spettacolo pirotecnico, gli ingredienti della serata.Corr

See more details
A Certaldo (Fi) Mercantia - XXXI Festival internazionale del teatro del giullare

ph credits: certaldo.it Dal 11 al 15 luglio 2018 “Tra la Terra e il Cielo” si apre il quarto decennio del Festival sulle origini del giullare. Festival nuovo, valori i

See more details
Notte Rosa: capodanno estivo da vivere in allegria

Vivi in rosa…“Pink your life”. Giunta alla 13a edizione, la Notte Rosa della Riviera Romagnola, uno degli appuntamenti estivi più attesi in tutto il Paese, invita i s

See more details
Un rigenerante bagno nella foresta

 La pratica giapponese del Forest Bathing fa bene alla salute fisica e mentale. Ecco i luoghi più immersivi d’Italia in cui respirare l’atmosfera dei boschi e sentir

See more details
Piemonte! 100 emozioni in bici tra bric e foss

100 percorsi geomappati, 4300 km attraverso 5 siti Unesco, 355 comuni, 17 parchi e riserve, 136 tra Dop, Dogc e Igp, 200 strutture ricettive a misura di biker…E poi pievi

See more details
Le 18 esperienze imperdibili dell’estate 2018 a New York City

Arte e cultura, eventi sportivi, NYC Restaurant Week®, e molti altri appuntamenti animeranno la città nel corso dei prossimi mesi  New York City  invita i visi

See more details
A Bologna inizia la decima edizione di IT.A.CÀ, il primo e unico festival in Italia sul turismo responsabile

  Si apre ufficialmente a Bologna, venerdì 25 maggio, la prima tappa di IT.A.CÀ, migranti e viaggiatori: un inizio importante che sigla il decennale del festival

See more details
5 miti da sfatare su West Hollywood

West Hollywood, o WeHo come è nota ai locali, è una piccola città da molti conosciuta per quello che non è. Non è Hollywood (un quartiere di Los Angeles), non è un qua

See more details
La Farnesina indica i Paesi più pericolosi per andare in vacanza quest'anno

  Nella sua comunicazione ufficiale dei Paesi più pericolosi per trascorrervi le vacanze, la Farnesina quest'anno sconsiglia di recarsi in Cisgiordania e nella Città

See more details
Borg El Arab è la nuova meta sul mare dell’Egitto

  L'Egitto è una nazione che si rivela continuamente, alle sue famose località di mare ogni tanto se ne aggiunge una, è il caso di Borg El Arab, la nuova meta sul m

See more details
"Fiore di pietra", il nuovo rifugio sul Monte Generoso, realizzato da Mario Botta

  Il Monte Generoso,1701 metri, nelle Prealpi comasche è al confine di Stato tra l'Italia e la Svizzera; dal versante svizzero si arriva in cima grazie 

See more details
Parma dal 7 maggio diventa il palcoscenico di Cibus 2018

  Parma, che nel 2015 ha conquistato il titolo Unesco di "Città Creativa per l'Enogastronomia", è ambasciatrice della Food Valley internazionale, per la miriade

See more details
Una vacanza speciale su due ruote: il giro della Catalogna in bicicletta

  La vacanza è, per autonomasia, il momento in cui si esce dalla quotidianità e si sceglie un'alternativa temporanea per ritemprarsi, per godere delle novità e per

See more details
All'Agriturismo “Il Rigo” potete immergervi nel fantastico territorio delle Crete Senesi

  All'Agriturismo “Il Rigo” potete immergervi nel fantastico territorio delle Crete Senesi   L'azienda agricola il Rigo sorge in mezzo alle Crete Senesi, in

See more details
Borgo Egnazia, ritrovare la forma nella masseria pugliese a 5 stelle

Borgo Egnazia si trova nei pressi di Fasano, antica e misteriosa città della Puglia, in provincia di Brindisi, la sua architettura ricorda un tipico villaggio pugliese sosp

See more details
Costarica 2018: wellness "pura vida"

ph credits: puravidauniversity.eu Costa Rica è la destinazione perfetta dove praticare yoga, meditazione e ritrovare il proprio benessere attraverso una vacanza rilassante

See more details
Capodanno da "mille e una notte" a Cortina

  A Capodanno cene romantiche, allestimenti da fiaba, cocktail in centro e party in quota, con infinite possibilità di divertimento sulla neve e baci che non si dimen

See more details
Festività alla Terme dell'Emilia Romagna

Le località termali delle Terme dell'Emilia Romagna sono le mete ideali per trascorre piacevoli momenti durante le festività natalizie e godere della magia di percorsi rig

See more details
Autunno di yoga nella Valle di Gastein

Si è appena rientrati dalle vacanze ma si è già alla ricerca di nuove energie per affrontare il lungo inverno? Perché non organizzare un break nel Salisburghese all’in

See more details
Colico: colorata e libera come le vele dei Kitesurf

Di Giovanna FidoneColico è un comune italiano di 7743 abitanti della provincia di Lecco (il decimo per numero di abitanti)  in Lombardia ma è storicamente legata alla p

See more details

La rivista

Hotel Royal Victoria e Hotel Villa Cipressi:bien vivre sul lago di Como

Hotel Royal Victoria


Martedì 31 luglio torna l'evento più glamour dell'estate: la 4^ edizione della Festa della Regina. Cena gourmet e spettacolo pirotecnico, gli ingredienti della serata.
Correva l'anno 1838 quando la Regina Victoria decise di soggiornare all'allora Hotel Royal. Dopo quella visita, la proprietà decise di aggiungere il nome Victoria, un omaggio ancora vivo dopo oltre un secolo di storia.
A partire dalle 19.30, all’Hotel Royal Victoria di Varenna e nel parco di Villa Cipressi è in programma l’evento per festeggiare una delle donne più potenti della storia.
Come vuole la tradizione, a fine luglio la Famiglia Rocchi festeggia il soggiorno della Regina Vittoria sul lago di Como. Proprio 180 anni fa, la regnante trascorse una vacanza sul lago di Como e scelse l'Hotel Royal Victoria quale location per trascorrere un periodo di riposo lontana dagli impegni di corte. Fu proprio il lago a fare innamorare la Regina. Scelse infatti una camera vista lago per sorseggiare il tè delle cinque e per riposarsi dopo le lunghe passeggiate con gli uomini di corte lungo gli itinerari che, ancora oggi, accompagnano i turisti. Queste le abitudini della Regina che si leggono ancora nei documenti della struttura quattro stelle del centro storico di Varenna.
Una serata gourmet durante la quale saranno servite ottime specialità del lago realizzate dallo chef Davide Romanelli. Un percorso sensoriale con elementi che tracciano le linee di una nuova linea sensoriale per catturare le papille gustative degli ospiti. Si viaggerà sul lago con un percorso di idee enogastronomiche che dapprima troveranno spazio in tavola nel parco di Villa Cipressi per poi trionfare a bordo piscina nel dehor dell'Hotel Royal Victoria.
E se quella di fine luglio è un appuntamento consolidato, sono ancora diversi gli eventi da annotare in agenda che ospiterà l'Hotel Royal Victoria. Il prossimo 26 luglio, dalle 18.00, infatti è in programma l'Happy Royal, un aperitivo a tema che, per il mese di luglio, si ispira all'Aperol Spritz. Da non perdere anche la serata del 23 agosto con la serata Victoria Cosmo con aperitivi a tema. A partire dalle 18.00 una serata food&beverage con musica dal vivo.
Per gli appassionati di musica classica il programma eventi continua con due serate con artisti internazionali. Venerdì 13 luglio alle 21, nel giardino di Villa Cipressi, il concerto per archi de L’Estro Armonico, un omaggio ad Antonio Vivaldi. Mercoledì 29 agosto invece nel giardino dell'Hotel Royal Victoria, a partire dalle 21, una serata con musiche di W.A.Mozart. Una serata nel programma di Bellagio Festival Orchestra.
Hotel Royal Victoria è una dimora ricca di charme e di storia nel centro storico di Varenna, fino alla metà delll’800 il Palazzo era una filanda, poi acquistata da Giuseppina Pezzini che diede una nuova anima alla struttura: nacque così l’hotel Royal. L’hotel Royal Victoria è un esclusivo small luxury hotel, arredato con mobili di pregio che sanno far vivere ai propri ospiti il massimo relax e comfort. Hotel del Gruppo R Collection Hotels, il Royal Victoria è stato completamente ristrutturato dalla famiglia Rocchi, dal 2000 proprietaria della struttura. L’hotel conta 43 camere dotate di tutti i comfort, 4 junior suite e un eccellente servizio di ristorazione. Il Royal Gourmet è la location perfetta per una cena romantica, il Victoria Grill è invece la scelta giusta per un pranzo o una cena curiosa con una carta interessante orientata a un’esplorazione di piatti soft dall’appeal unico, per ingolosire chi cerca un approccio nuovo al cibo. L’unicità della pregiata cantina fa da contorno alla selezione di proposte enogastronomiche selezionate dallo chef. Riservata agli ospiti la Suite Spa, un percorso benessere per la coppia con sauna, bagno turco e docce emozionali. All'esterno la piscina riscaldata.

Hotel Villa Cipressi
Villa Cipressi a Varenna completamente rinnovata, dalla primavera 2018 è entrata nel patrimonio del Gruppo R Collection Hotels. Un nuovo parco, il completamento rifacimento degli interni, eventi, manifestazioni enogastronomiche di livello. Ma anche una serie di interventi legati all'innovazione tecnologica per mostrare le bellezze del lago di Como a distanza, prima di organizzare il proprio viaggio. I lavori di ristrutturazione sono curati dall'architetto Marco Rossi di Bellano. Villa Cipressi è un complesso di edifici e giardini ricchi di storia, fu di proprietà della nobile famiglia Serponti (1163), del Barone Isimbaldi (fine '700), della famiglia Andreossi, che ne curò in particolare il Parco, di Sir Astley e Sir Salton (primi '900) e per ultimo l'editore Accame. Nel 1980 viene acquistata mediante una pubblica volontaria sottoscrizione dai varennesi e amici di Varenna per essere destinata ad uso pubblico. Di proprietà di enti pubblici, principalmente del Comune di Varenna, ospita 30 camere, un ristorante e una sala eventi destinata sia a meeting che a cerimonie. Il magnifico giardino direttamente sul lago fa il resto.

 

A Certaldo (Fi) Mercantia - XXXI Festival internazionale del teatro del giullare

certaldo

ph credits: certaldo.it

Dal 11 al 15 luglio 2018 “Tra la Terra e il Cielo” si apre il quarto decennio del Festival sulle origini del giullare.

Festival nuovo, valori immutati: in un mondo che alza muri, Mercantia apre i portoni delle case ed i ‘cuori’, con uno spettacolo tanto collettivo quanto personale Col "Progetto account" gli abitanti del borgo svelano la propria identità al pubblico "Mysteries & Drolls" progetto UE sulle origini del giullare, tra sacro e profano Speciale Giappone: la "danza del dragone", la giocoleria shintoista, le percussioni.

Superata la soglia del trentennale, Mercantia, il Festival che più di ogni altro ha fatto conoscere il teatro di strada in Italia, si rinnova in apertura del quarto decennio e da “Festival internazionale del teatro di strada” con la 31° edizione “Tra la terra e il cielo” diventa “Festival internazionale del Quarto Teatro” e si svolgerà come sempre a Certaldo (Firenze), da mercoledì 11 a domenica 15 luglio 2018, col patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Grande novità, la produzione internazionale “Mysteries & Drolls” cofinanziata dal Programma Europa creativa - Comunità Europea ed il “Progetto Account” con gli abitanti che aprono la loro casa al pubblico: in un’epoca di muri che si alzano contro i migranti e di “realtà virtuale”, si propongono quindi accoglienza ed identità reali. Poi, ogni sera, ci saranno sempre gli oltre 400 artisti ed i quasi 100 spettacoli che hanno reso celebre il Festival che, però, non sarà più fatto solo di teatro di strada. 

Certaldo scultura
 
"Mysteries & Drolls", progetto di ricerca e produzione triennale su arti giullaresche, tra sacro e profano, porterà a Certaldo spettacoli che hanno debuttato al Festival of Fools di Belfast (Irlanda del Nord), realizzati in collaborazione col Fools e anche con con Gliwice (Polonia), da Teatre A di Lorrach (Germania), Tempus Fugit e Elche di Alicante (Spagna). Un progetto triennale che reinventa in chiave contemporanea l’arte del giullare di piazza. 
 
Dal fronte comunitario, in senso di comunità europea, a quello della comunità locale: il  "Progetto Account” vede ogni sera più di 10 case del borgo alto che si aprono, su prenotazione, le porte ad un piccolo gruppo di spettatori. Saranno accolti nel salotto buono, in cucina o in giardino, per condividere un pezzo di vita di chi lì abita tutto l'anno, tra un caffè e un bicchiere di vino: il pensionato racconterà solo con le parole, il giovane forse suonerà anche uno strumento, qualcuno preparerà da mangiare mentre parla, altri parleranno col corpo o con le immagini del loro vivere Certaldo e vivere Mercantia ogni anno. Ma non sarà una rappresentazione studiata prima, bensì un racconto di sè che nascerà sul momento, dalla condivisione, perchè la parola “Account" scritta, in inglese, è sinonimo di identità virtuale, ma “accaunt”, la pronuncia, può far pensare e significare “accanto”, o “al canto” del fuoco, o ad ascoltare “un canto”, o un “conto” (cioè un racconto). 
 
Il programma 2018 si articola poi in tante sezioni, dedicate ai vari tipi di spettacolo, ecco qui le più interessanti novità di quest’anno:
 
INTERNATIONAL - spazio speciale alle tradizioni giapponesi in occasione dei 35 anni di gemellaggio di Certaldo con la città di Kanramachi: le percussioni tradizionali giapponesi suonate dagli Ataru Taiko Percussion Group; la giocoleria di ispirazione shintoista del “Daikagura”, performance benaugurale di origine sacra oggi diventata intrattenimento, col duo Senmaru e Yuki in kimono tradizionale; la rituale danza del dragone, Shi-shi-mai, direttamente da Kanramachi. Un tuffo dall’Oriente alle origini del mondo con gli olandesi Close Act ed i loro Saurus, giganteschi dinosauri futuristici alti fino a cinque metri che si muovono tra la folla minacciando un futuro ritorno alla notte dei tempi. Dalle grandi scenografie alla poesia dei piccoli gesti: storie d’amore senza parole con giocolerie, acrobazia e improvvisi cambi di scena per il Duo Looky (Israele) e gli The Eccentric Show (Brasile). Marionette di grande tradizione nordica invece con i Kabaré Púpala Marionetas (Germania) ed il loro The Wolve Minski And His Friends, piccolo lupo che non riesce ad essere così pericoloso come vorrebbe. Mentre dall’Argentina arriva Manic Freak con Pequeño Payaso, freak che cerca difficili equilibri in aria. 


TEATRO DI (ED IN) STRADA - tanti artisti da ogni regione d’Italia con la danza di tessuti delle Biliku che in Unite danzano ispirandosi al buddismo di Nichiren Daishonin e dal Sutra del Loto. I Nuovi Angeli del Silence Teatro che si appostano nel borgo per “accudire” gli spettatori, L’uomo tigre di Guascone Teatro, che rappresenta umanità opposte da balera che si confessano in modo comico e "squassevole". Arnaldo Mangini in Zen & Now, un vero “animale da palcoscenico” che ironizza sulla moda della ricerca del benessere interiore. 

certaldo angelo


STREET AND MARCHING BAND - non manca la musica a Mercantia con i Brigada Pirata ed il loro Black Sam, Tha Prince O’ Pirates, ispirati alle ballate ed alle danze che i marinai anglosassoni intonavano sui velieri alla volta delle Antille nel ‘600. Ivan e la Van Dyke Orchestra, one man band (uomo orchestra) poetico e comico nel suo spettacolo dedicato alla musica della Campania, Peppe Millanta & Balkan Bistrò dall’Abruzzo con un esplicativo e scatenato Balkanizziamoci!, cui fa da controcanto Suoni di Seba con Gayatry Mantra, Incontro vibrazionale con i “Tam Armonici”. E dalla musica di strada alle vere e proprie street band, dove spicca la Granbanda con Contaminazioni, l’unione di due band - BadaBimBumBand e Alchimie musicali - che mettono in scena un incontro-scontro, un gioco di seduzione e di incontro tra i fiati, maschili, e gli archi, femminili. Ma anche la Zastava Orkestar, i famosi “zzingheri di Maremma”, con il nuovo spettacolo. 


GIARDINI SEGRETI - per chi vuole rifugiarsi al chiuso, al riparo dai rumori e dalla dimensione carnascialesca del Festival , nei “Giardini segreti”, piccoli spettacoli e performance su prenotazione, con Àrhat Teatro/Tzela’ Teatro con Via della memoria (dedicato ad Hanna Weiss); Ivana Caffaratti in Donne che danzano coi lupi; La Famiglia Danzante ne Il bacio; i tableaux vivants di Teatri 35 con Per grazia ricevuta, ispirati alle opere di Michelangelo Merisi da Caravaggio
Evocativa del tema 2018, ‘Tra la terra e il cielo’ è in tal senso l’immagine ufficiale del nuovo “Festival del Quarto Teatro”, è un manifesto diverso dal solito, quasi diviso in due come il titolo di questa 31° edizione: “Tra la Terra e il Cielo”. Con i “Saurus” dei Close Act, draghi e streghe che idealmente si librano nell’aria, cui fanno da controcanto e contrappeso gli angeli del Silence Teatro, angeli non divini ma “umani”, scesi a terra per stare a fianco dell’umanità. 
 
Anche quest’anno l’ingresso al Festival sarà gratuito nella parte bassa, dove sarà allestito il grande mercato di artigianato e uno spettacolo importante; a pagamento nella parte alta. Biglietti interi dai 10 ai 20 euro a seconda della serata, con vari sconti e riduzioni disponibili. Da segnalare la riduzione soci Unicoop Firenze per entrare mercoledì 11 o giovedì 12 a soli 7,50 euro, oppure (solo in prevendita nei negozi abilitati) l’abbonamento 5 sere a 45 euro.
 

Per saperne di più:
www.mercantiacertaldo.it  www.facebook.com/mercantia

 

Un rigenerante bagno nella foresta

Seehof20-20Foto20di20Tiberio20Sorvillo207 preview.jpeg
 
La pratica giapponese del Forest Bathing fa bene alla salute fisica e mentale. Ecco i luoghi più immersivi d’Italia in cui respirare l’atmosfera dei boschi e sentirsi più vivi.
 
È una sensazione rigenerante, che ti fa sentire bene. Immergersi in un bosco e viverne colori, odori, sensazioni, suoni, è un beneficio per la mente e il corpo. In Giappone “farsi un bagno nel verde” è una vera e propria pratica di benessere con percorsi dedicati, che dal paese del Sol Levante si sta diffondendo in diverse zone del mondo. Il Forest Bathing, che in giapponese si dice Shinrin-Yoku, cioè “trarre giovamento dall’atmosfera dei boschi”, piace infatti sempre di più. E studi scientifici hanno dimostrato che camminare nel bosco – soprattutto allontanandosi da computer, smartphone e schermi tecnologici – allevia lo stress, protegge il sistema immunitario, migliora la creatività e il sistema cardiovascolare. In sintesi, fa sentire più vivi. Alcuni studiosi ritengono che i benefici derivino dal respirare le sostanze rilasciate dalle piante per proteggersi dagli insetti, altri dagli effetti positivi che il contatto con la natura ha sull’umore e sulla mente e di conseguenza sulla salute. Dove praticare il Forest Bathing in Italia? Ci sono luoghi meravigliosi per farlo.


 
Un bagno tra fragranze di pini silvestri, in Valle Isarco
Le fragranze dei pini silvestri che abbracciano il laghetto naturale di Flötscher Weiher, gli aironi che si posano sull’acqua, un ritiro nella natura lontano dal turismo di massa, dove vivere l’anima più autentica della Valle Isarco. È circondato dal bosco il Seehof Nature retreat ****s di Naz (BZ), vicino Bressanone, e gli elementi naturali si ritrovano anche all’interno di questo 4 stelle superior esclusivo che dialoga con l’ambiente in cui è immerso. La colazione si può fare all’aperto sul pontile in riva al laghetto e da qui si apre l’accesso diretto alla Spa PrimaVera, con piscina infinity riscaldata esterna, sauna finlandese e biosauna panoramiche, e bagno turco. Prezzi a partire da 105 euro a persona al giorno, da 7 notti in poi da 95 euro. (Tel. 0472 412120, www.seehof.it)
 
Tra le baite di legno della Valle dei Mulini (TN)
Una valle ornata di boschi e immersa tra il Lago di Garda e le Dolomiti del Brenta, in cui chalets di legno d’abete e di larice compongono un paesaggio fiabesco. Sono la reinterpretazione dei vecchi masi di montagna e rispecchiano l’essenza della Valle di Ledro, in Trentino, dove la natura è custodita come il bene più prezioso. Ledro Mountain Chalets è questo, un luogo in cui l’ambiente naturale si vive dentro e fuori, tra i caldi interni interamente fatti di legno e lo spettacolo degli alberi, delle cime verdeggianti che si aprono allo sguardo intorno. Una dimensione ancestrale, che richiama il tempo in cui lungo il ruscello che si ricollega al Lago di Ledro sorgevano tanti fienili dotati di mulini a ruota, che lavoravano il grano per produrre farina. Non a caso, la splendida radura in cui si trovano i Ledro Mountain Chalets è chiamata la Valle dei Mulini, nella frazione di Bezzecca (TN), e ne lascia scoprire ai viaggiatori ancora alcuni in buono stato. Gli chalets sono originali casette ecosostenibili, dotate anche di Tesla Wall Connector, per ricaricare gratuitamente le auto elettriche, pensate per limitare l’impatto ambientale e per accogliere i visitatori con l’ospitalità e lo stile delle vere baite di montagna. Per tutti gli ospiti degli chalets piscina riscaldata all’aperto nel giardino, e sauna igloo, caldo luogo di wellness completamente in legno ai bordi del bosco. La Valle di Ledro è ogni giorno una continua scoperta. Oltre 200 km di sentieri si addentrano nelle foreste e tra le vette che sfoggiano una varietà sorprendente di fiori, piante, animali selvaggi, punti panoramici da ammirare in silenzio, a piedi o in mountain bike. Discese mozzafiato scendono dal Monte Tremalzo da cui godersi la vista sul Lago di Garda, invece il sentiero panoramico del Ponale che sale da Riva del Garda fino al Lago di Ledro offre paesaggi disarmanti. Il Lago di Ledro è balneabile e si trova al centro di percorsi escursionistici. Il soggiorno è a partire da 65 euro a persona negli chalet e 35 euro nella guest house. (Tel. 340 6569683 / 348 1460963, www.ledromountainchalets.it)
 
Nei Boschi di Carrega, regno di castagni, querce e scoiattoli (PR)
I profumi degli alberi di castagno, dei faggi e delle querce si lasciano respirare nel Parco Regionale dei Boschi di Carrega, lungo i sentieri in cui anche la duchessa di Parma Maria Luigia amava passeggiare. Un’immersione tra 1100 ettari di rigogliosa vegetazione, in cui andare alla scoperta di scoiattoli e caprioli, a soli 15 km dalla città. In totale sintonia con l’ambiente naturale l’eco B&B Il Richiamo del Bosco (PR) si apre con le sue ampie vetrate al mondo verde che lo circonda. Due amache sotto il grande portico, le biciclette per fare escursioni nella natura, un dojo per rilassarsi o fare esercizi e la colazione biologica, rendono ancora più rigenerante il Forest Bathing. Prezzo di 80 euro a notte per la camera matrimoniale, compresi la colazione e l’aperitivo di benvenuto. (Tel. 0521 336376 335 8388895, www.ilrichiamodelbosco.it)
 
Nella natura millenaria della tenuta del Castello, in Umbria
Respirare la storia, che qui racconta di gesta millenarie, vicende medievali e della nascita di Federico da Montefeltro, ed inebriarsi di natura avvolti dagli alberi e dai paesaggi verdi umbri della tenuta del Castello di Petroia (PG). Si erge su una collina boscosa sull’antica strada che collega Gubbio con Perugia e lascia esplorare circa 20 km di sentieri, tutti collegati tra loro, tra querce, cerri secolari, piante di pini e salici, una foresta di 12 ettari dove regna la biodiversità. Campi di ulivi si avvicinano al maniero e circondano la piscina, per un Forest Bathing ancora più esclusivo. Prezzi a partire da 120 euro a camera con prima colazione. (Tel. 075 920287, www.petroia.it).

 
 
Nelle foreste che abbracciano i laghi della Val Pusteria
Camminare lungo i sentieri alpini della Val Pusteria è come fare un “bagno” nella meraviglia. Le cime dolomitiche, boschi fiabeschi, praterie ad alta quota, malghe e rifugi da scoprire offrono una miriade di itinerari per praticare il Forest Bathing ogni giorno in modo diverso. Il comprensorio Gitschberg Jochtal noto come “Almenregion”, area delle malghe, è ad un passo da Valles (BZ), dove l’Hotel & Spa Falkensteinerhof è al centro di percorsi da trekking e cammini tra le cime costellate di alpeggi. Da qui parte anche il sentiero per la Malga Fane, caratteristico villaggio a 1.739 metri di altitudine, da cui proseguire fino al Lago Selvaggio, il più profondo dell’Alto Adige ad oltre 2.500 metri. Dal 3 giugno al 13 luglio 2018, la proposta “Alto Adige Balance” di 5 notti comprende escursioni nei più suggestivi luoghi della Val Pusteria, tra cui un percorso sullo Jochtal, e un massaggio Falkensteiner Balance a persona. Il prezzo è a partire da 175 euro a camera a notte. (Tel. 0472 547165, www.falkensteiner.com/it/hotel/falkensteinerhof). Fuori dalle solite rotte e circondato da boschi eleganti, il Falkensteiner Hotel & Spa Alpenresidenz Anterselva a 1.600 metri è il punto di partenza per escursioni tra laghi, cime dolomitiche e parchi naturali. Camminando dall’hotel si raggiunge il Lago di Anterselva, il terzo più grande dell’Alto Adige, nelle cui acque cristalline si specchiano vette ed imperiosi alberi, e si apre la rigogliosa vegetazione del parco naturale di Vedrette di Ries-Aurina. Con l’offerta “Pausa attiva” di 3 notti fino al 3 novembre 2018, è incluso uno zaino da montagna Salewa a camera e un pranzo al sacco a persona con le prelibatezze regionali, per godersi un pic nic tra i boschi.  Dal 1° giugno al 31 agosto sono comprese anche 3 escursioni guidate a settimana, un tour in bicicletta e un buono benessere di 25 euro a persona. Il prezzo è da 148 euro a camera a notte. (Tel. 0474 49 45 20, https://www.falkensteiner.com/it/hotel/antholz)
 Hotel2020SPA20Alpenresidenz20Anterselva202 preview.jpeg
Tra gli abeti rossi e bianchi del Parco Nazionale dello Stelvio, in Trentino
I colori del Parco Nazionale dello Stelvio, in Val di Sole, con i suoi larici e alberi di pino cembro dalle punte aguzze, abeti rossi ed esemplari di abeti bianchi, sono armonia per gli occhi, gli odori dei boschi balsamo per la mente, i suoni musica per l’anima. È abitato da cervi e da una popolosa fauna alpina, da scoprire a partire dal Kristiania Leading Nature & Wellness Resort di Cogolo di Pejo (TN), in Trentino, avvolto dalle forme degli alberi della terra dei laghi. L’albergo, che fa dell’ecologia una delle sue virtù, porta le erbe e le essenze del Parco all’interno del centro benessere, per farne preziosi trattamenti. Il Forest Bathing qui è dentro e fuori. Prezzi a partire da 80 euro al giorno a persona in mezza pensione (Tel. 0463754157, www.hotelkristiania.it).


Immersioni tra foreste e paesaggi dolomitici
Le meraviglie del Parco Naturale Fanes – Sennes – Braies, passeggiando tra alberi di pino mugo, abete rosso, larice ed un ricco sottobosco di mirtilli e rododendri. È intorno all’Excelsior Dolomites life resort****S di San Vigilio di Marebbe (BZ), nel cuore delle Dolomiti, in cui praticare Forest Bathing attraversando scenari sempre diversi, tra cime, laghi, cascate e paesaggi estasianti. Le essenze della natura d’alta quota si ritrovano anche nel Castello di Dolasilla, il centro benessere a 5 piani, per poi continuare il “bagno nel verde” nella vasca idromassaggio panoramica sotto il cielo d’estate. Prezzi a partire da 117 euro per persona con trattamento di pensione ¾ in camera doppia Fanes (Tel. 0474 501036, www.myexcelsior.com).

 

Notte Rosa: capodanno estivo da vivere in allegria

notte rosa


Vivi in rosa…“Pink your life”. Giunta alla 13a edizione, la Notte Rosa della Riviera Romagnola, uno degli appuntamenti estivi più attesi in tutto il Paese, invita i suoi oltre due milioni e mezzo di ospiti alla spensieratezza, al vivere con leggerezza ed allegria, a trovare il lato rosa della propria vita. “Pink your life” è il claim che caratterizzerà la lunga notte di venerdì 6 luglio e l’intero weekend sui 110 km di Riviera Romagnola e nel suo entroterra. Immagine ufficiale di questo tredicesimo Capodanno dell’Estate Italiana a corredo del claim, ecco “The Pink Crew” composta da una combriccola di personaggi che ogni primo weekend di luglio, dal 2006, si dà appuntamento in Riviera per far festa. Dalla nonnina all’hipster, denominatore comune di tutti i personaggi ritratti è il tocco di rosa, segno della gentilezza, della festa, dell’incontro, dell’empatia, del candore di voler essere notati per divertire e divertirsi, perchè tutti si è parte di una notte magica. Tutti i personaggi, connessi dalla magia del rosa, racchiudono non solo un mondo di simpatia e genuinità, ma anche un certo protagonismo: la voglia e la dolce esuberanza di mostrare tutto il rosa che è in noi. Anche per questo La Notte Rosa è stupore, meraviglia, magia, divertimento!  Ed infine, in questo incanto rosa che solo la Romagna con la sua verace e candida poesia sa ogni anno regalare, tra tutti i personaggi del gruppo, è proprio ad una dolce bimba che viene affidato il messaggio definitivo: un grande cuore rosa, simbolo della gentilezza, dell’apertura e accoglienza di quella ospitalità e passione che da sempre sono la firma della Romagna e di cui la Notte Rosa è la perfetta espressione.  Un concept che sarà declinato in versioni differenti e con soggetti diversi in base all’utilizzo finale (billboard, banner, locandine, teaser e altro).  E per la prima volta, quest’anno, la contagiosa atmosfera di festa coinvolgerà oltre ai 110 km di costa, anche l’entroterra romagnolo con i suoi borghi e “balconi” naturali, punti ideali di osservazione del magico spettacolo di fuochi d’artificio a mezzanotte.  Centinaia di eventi tra concerti, spettacoli, mostre, enogastronomia e tanto altro, con stabilimenti balneari, musei, bar e ristoranti aperti, intratterranno il pubblico dal tramonto all’alba.   Selezionata tra le proposte di otto agenzie creative, l’immagine ufficiale della Notte Rosa 2018 porta la firma dell’agenzia Impronta Digitale di Rimini, che si è distinta per aver saputo tradurre con originalità e ironia il concept e il claim assegnato, attraverso una proposta multisoggetto che ha il valore aggiunto di poter essere utilizzata per campagne crossmediali. Questa immagine pop, dal forte impatto visivo, “citazione” del celebre manifesto di Amarcord, rafforza il messaggio della Notte Rosa: un evento dove tutti si sentono protagonisti e si divertono nel segno del rosa. Da venerdì 6 luglio si parte via con un lungo, indimenticabile, fine settimana di musica, intrattenimento e festa.

Per saperne di più:

www.lanotterosa.it 

 

Piemonte! 100 emozioni in bici tra bric e foss

a

100 percorsi geomappati, 4300 km attraverso 5 siti Unesco, 355 comuni, 17 parchi e riserve, 136 tra Dop, Dogc e Igp, 200 strutture ricettive a misura di biker…E poi pievi castelli e borghi. Un portale per risposte a misura di tutti i pedali in cinque terre del Piemonte.

 

Pedalare sulle colline del Monferrato Patrimonio Unesco tra filari, infernot e cantine storiche? Sui bricchi delle Langhe e tra i castelli di Barolo? Sulle antiche vie astigiane dei pellegrini medioevali di pieve in pieve? Sulle vie del sale tra Alpi e mare? Sulle strade dei Campionissimi tra Castellania e Oropa?

Orientarsi e scegliere si può: non importa se si è allenatissimi o biker della domenica, da soli, in famiglia o in gruppo…quale che sia la voglia di pedalare, ognuno trova la proposta giusta  in  Piemontebike.eu, il portale realizzato in sinergia con la Regione Piemonte e, oggi, ancora più ricco perché ora si estende a ben cinque territori tutti da scoprire: le Langhe e il Roero, l’Alessandrino (col Monferrato) e Astigiano (con Monferrato e Langa astigiana), il Cuneese e il Biellese. Paesaggi con tratti talora comuni, talora molto caratterizzati che ne fanno un unicum: dalla pianura lungo i fiumi, alle colline – ora morbide – ora più aspre, alle Alpi, andando, come dicono i piemontesi, tra bric e foss. Ognuno con le proprie eccellenze, ma accomunati da scorci  straordinari, ancora più belli se vissuti dalla sella di una bicicletta.

Qui c’è tutto quel che serve per organizzarsi: informazioni turistiche, strutture con servizi dedicati,  punti noleggio e assistenza. Ma soprattutto, itinerari  circostanziati per difficoltà, lunghezza, pendenza, caratteristiche tecniche e paesaggistiche. Ce n’è per tutti i gusti, per tutti i tipi di bici e per ogni tipo di biker, sia su strada che su sterrati.  Una proposta turistica, che sia short break o soggiorno, in un paesaggio mozzafiato, fra arte e sapori, con il piacere del movimento  su due ruote alla portata di tutti, esperti e non, e modulabile a seconda della durata: tanto, c’è l’accoglienza tutta dedicata al turista in bici delle strutture di Piemontebike.  Orientarsi  nella scelta è semplice. I percorsi sono individuabili o in base alla area geografica o per temi o in base alla tipologia di bici. Tra le 100 opportunità, ecco qualche “chicca”, per il valore storico dei luoghi o per la alta emozionalità dei paesaggi, ma davvero… già solo navigare nel portale per scoprirli tutti, è la prima fase del viaggio.

I PERCORSI “ICONICI” La Castellania – Oropa.  Un itinerario per chi ama la bicicletta e i suoi campioni ma da affrontare non necessariamente a ritmo da campioni, che parte da Acqui Terme e giunge al Santuario di Oropa, passando per il Monferrato e per Castellania – paese natale di Serse e Fausto Coppi – ripercorrendo le strade del Giro d’Italia della edizione numero 100 che al Campionissimo e a Marco Pantani ha dedicato una tappa speciale. Qui la strada si impenna di emozioni con la mitica salita di Oropa affrontata nel finale anche nella tappa del Giro d’Italia 2017 (la Castellania Oropa/Biella), tratto che tutti conoscono come “la salita Pantani”. Per un’impresa del 1999 che ha fatto la storia del ciclismo, indissolubilmente legata al Pirata: emozioni pedalano dunque da Biella ad Oropa, sito Unesco, percorrendo l’Oasi Zegna, lo straordinario parco naturale ad accesso libero delle Alpi Biellesi dove famiglie, bambini e sportivi possono praticare attività nella natura. E ancora, “Tra i Castelli del Barolo”(Bra e Langhe), su un percorso che tocca ben due siti Unesco:  Barolo e il castello di Grinzane Cavour, passando dal famosissimo borgo di La Morra, toccando  Monforte d’Alba, comune bandiera arancione del Touring Club, Dogliani e Serravalle Langhe sino a  Serralunga d’Alba. Sulle tracce invece della storia ecco “Le strade dei Pellegrini “(Astigiano). Da Asti a Albugnano l’itinerario segue l’antico tracciato dei sentieri che costituivano nel medioevo una delle tanti varianti della Via Francigena  e si snoda tra luoghi di grande interesse naturalistico come il Parco di Valle Andona, Valle Botto e l’area dei Gorghi di Monale, le splendide chiese romaniche (San Nicolao a Settime, San Secondo di Cortazzone e San Giorgio di Bagnasco a Montafia) per giungere a Capriglio e percorrere i luoghi dell’infanzia di Don Bosco e Domenico Savio a Morialdo fino alla borgata Becchi per salire verso Albugnano da Castelnuovo Don Bosco e poi arrivare alla Canonica di Santa Maria di Vezzolano”.  O ancora, La via del sale (Cuneese) rappresenta per il Cuneese, l’Imperiese e la vicina Costa Azzurra, un fiore all’occhiello grazie ai suoi 60 km di strade bianche percorribili a piedi, in bicicletta e con i mezzi a motore. Detta anche “Via Marenga” (cioè “che porta al mare”), la Via del Sale che transitava da Limone era un caratteristico percorso mulattiero che, pur superando quote assai elevate, non presentava fastidiosi saliscendi. Oggi le “Vie del sale” hanno perso la connotazione commerciale assumendo un ruolo importante per il turismo outdoor: mete di escursioni, trekking e MTB, queste permettono di esplorare territori ancora incontaminati e ricchi di varietà floro-faunistiche.

I PERCORSI DELL’ EMOZIONE Le colline degli infernot (Monferrato Patrimonio Unesco). Colline vitate e infernot (le specule sotterranee in pietra da cantone scavate a mano del 1800 nelle abitazioni della che attraversa questo territorio: ecco il percorso inserito nell’area Unesco del Monferrato casalese che parte da Vignale Monferrato snodandosi  nella valle Ghenza: imperdibili Camagna ma consigliatissima anche  una digressione nel borgo saraceno di Moleto o nella deliziosa Olivola, in cui il bianco della pietra da cantone  stacca sul verde delle viti in un paesaggio unico. Ma se si vuole una digressione culturale, ecco Casale Monferrato, a 15 km, col suo barocco, la cattedrale dal nartece unico in Italia e una delle Sinagoghe più belle d’Europa e il forte di manzoniana memoria.  Il Giro delle cinque torri(Langa Astigiana;) invece, è  un  itinerario di 54 km. tra le chiese, i vigneti e le torri: la campanaria del castello di Monastero e le torri di vedetta di San Giorgio Scarampi, Olmo Gentile, Roccaverano e Vengore. E’ questo uno dei più conosciuti itinerari escursionistici, ottimo (con un po’ di allenamento) anche per la mountain-bike. Il percorso “Sua Maestà la Nocciola Tonda e Gentile delle Langhe” coniuga  paesaggio e sapori:  parte (e arriva) a Cortemilia, capitale indiscussa della nocciola Tonda Gentile e delle famose torte e l’Ecomuseo dei terrazzamenti della Vite, toccando Bergolo, magnifico paesino costruito quasi interamente in pietra di Langa,  Levice e  Prunetto, che merita pausa per vedere il castello, il santuario e i prati circostanti su una vista maestosa sino alla Valle Uzzone, un paesaggio selvaggio e molto poco antropizzato.  E ancora, last but not least, “La strada panoramica del Tracciolino”, nel Biellese, collega tre splendidi Santuari Alpini, il Santuario di Graglia, il Santuario di San Giovanni d’Andorno e il Santuario di Oropa.

GLI EVENTI LEGATI ALLA BICI Amatoriali, sportivi, ma anche turistici…spunti perfetti per le uscite di primavera e estate, per chi pedala e per chi assiste, eccone alcuni:  La Grantanarando, che percorre tre province è forse la più rappresentativa del portale Piemontebike, poiché percorre quasi tutti i territori coinvolti. Da provare assolutamente in più tappe e senza dubbio ben allenati. La partenza è nella splendida cornice della Cittadella di Alessandria e seguendo sempre il Tanaro si passa  per il centro di Asti con tappa in Piazza Alfieri, la piazza dove ogni anno si corre il celebre Palio e poi, lasciando le colline del Roero si entrerà in Langa passando dinanzi al Duomo di Alba ed a Barolo per poi salire in Alta Langa verso Dogliani, Belvedere e Murazzano fino a scendere in Ceva. Da lì si inizierà l’’ingresso nella Val Tanaro fino ad Ormea per poi salire alle origini del Grande Fiume fino ad Upega nel cuneese.  A quel punto, chi se la sente potrà girare indietro per ritornare sulle proprie tracce: 27 ore il tempo massimo per l’intero tracciato della GranTanaRando. Per tutti gli altri cicloturisti il tempo non conta: conta organizzarsi per alloggiare e rifocillarsi lungo la strada … Si consiglia di percorrere questa ciclovia in diversi giorni, a più riprese o tappe, in gruppo è meglio.

E ancora (link e descrizioni nel portale Piemontebike): La Classica delle Langhe ( 10 giugno), PedaLanghe!(29 luglio), BikeFestival della nocciola (23-26 agosto), La via del sale (gara di MTB) partenza e arrivo a Limone Piemonte (24 giugno), La Fausto Coppi (gara di bici da strada) partenza e arrivo a Cuneo (8 luglio). Fra gli eventi dell’Alessandrino da segnalare il Giro d’Italia Femminile che passa da Ovada quest’anno. Si tratta della seconda tappa, la Ovada – Ovada 120,390 km. Dalla strada ai ciclostorici:  il 24 giugno 2018 a Castellania c’è LaMitica, ciclostorica con bici d’epoca per i colli di Coppi. Il nome dato all’evento è in onore di un mito delle due ruote Fausto Coppi e di suo fratello Serse, per recuperare tutti i valori della storia della bicicletta.

TRA LE MOSTRE da segnalare: a Palazzo del Monferrato, ad Alessandria, sotto al museo AcdB, la personale di Riccardo Guasco, oltre 100 illustrazioni intitolata “Veni, Vidi, Bici!”, l’arte di illustrare le biciclette, mentre al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure prosegue la mostra dedicata a Girardengo, inaugurata in occasione della Milano Sanremo 2018, mentre a Tortona il Comune ha organizzato una mostra fotografica permanente, per il Centenario di Coppi che cade nel 2019 , in Galleria Coppi della sede municipale. Ancora al Campionissimo Alba dedica la mostra Un uomo solo al comando, dal 9 al 27 maggio alla Chiesa di San Giuseppe, in cui saranno esposte le biciclette del grande ciclista tra cimeli personali mai esposti prima, lettere, video e bellissime fotografie.

 

IL TRIANGOLO DEI MUSEI DEL CICLISMO Se si vuole pedalare fra tre luoghi della memoria che omaggiano storie di biciclette e di campioni in un territorio che ha il ciclismo – dalle origini – nel suo Dna,  fra Novi Ligure, Castellania e Alessandria c’è un triangolo di musei da collegare – pedalando – che non aspetta altro che d’essere scoperto. La partenza è da campionissimi: al Museo dei Campionissimi a Novi Ligure, dove partire è un po’ volare e sognare dopo aver visitato un museo che racconta il grande ciclismo di Girardengo e di Coppi ma non solo. A Castellania si tocca il secondo punto: un museo evocativo di Fausto Coppi, che qui è nato e dove il tempo si è fermato. Siamo in un territorio – i Colli Tortonesi – bello e affascinante anche per la generosità della sua natura e la qualità e tipicità dei suoi prodotti: Barbera e Timorasso su tutti per i vini, formaggi come l’antico formaggio Montebore. Per non parlare della frutta: pesche di cui  è portabandiera la vicina Volpedo (Città del pittore Pellizza) e fragole, quelle di Tortona e ciliegie presidio Slow Food, come la Bella di Garbagna. Il terzo punto – d’arrivo – è nel centro storico  alessandrino a Palazzo del Monferrato al Museo AcdB che racconta la storia della prima bici giunta in Italia ad Alessandria nel 1867, momento storico che sancisce la partenza di molte avventure ciclistiche nazionali ed internazionali: qui nasce di fatto la Federazione ciclistica nazionale ed internazionale.

 

Per saperne di più:
PiemonteBike
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Page 3 of 25

Eductour stampa turistica

eductours

Related articles

Redazione Agorà Turismo

Agorà Turismo - on line magazine 
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bergamo – I
N° 02 del 01 febbraio 1990

Direttore responsabile:
Giuseppe Venuti

Direttore editoriale:
Monica Piana

In redazione
Giovanna Fidone, Avvocato Maria Carmina Gallucci, Caterina Emma Colacello, Romina Liuzza, Laura Cavalieri Manasse, Laura Landi,  Silvana Carminati, Rossella Barbetti.

Editore:
FOCOPI, associazione culturale dal 1994,
Iscr. Registro ex L.R. 28/96 Regione Lombardia F.2 n.7 Sez.B Cultura

C.F.: 95083990168

Scarica la nostra applicazione:

GOOGLE PLAY APP STORE



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information