In volo su Paestum, torna il Festival delle Mongolfiere

Dal 29 settembre al 7 ottobre nella meravigliosa cornice di Paestum  “Quando camminerete sulla terra dopo aver volato,guarderete il cielo perché là siete stati e là

See more details
I folletti della Val Varaita, una gita magica per i bambini e i loro genitori

  La Valle Varaita è la valle più verde della provincia di Cuneo (detta Smeraldina), dove il profilo del Monviso accompagna sempre i suoi visitatori in uno scenario

See more details
Marbera Flora Green Villas Croazia: lusso accessibile per famiglie

Tra acque cristalline premiate con la Bandiera Blu, spiagge incontaminate e foresta ombreggiante e profumata, sulla più grande isola dell’Adriatico, Krk, in Croazia, è a

See more details
Il Bosco delle Sfere e il Giardino incantato

ph credits: studio Eidos A 1.560 metri la più grande pista per biglie in legno del mondo, per imparare i segreti della fisica giocando. A Hall Wattens (Austria), una vacan

See more details
Un'escursione unica con i bambini al rifugio bioecologico “Meira Paula” in Valle Varaita (CN)

  Situato su un costone soleggiato della Val Varaita a 1318 m di altitudine, il Rifugio Meira Paula è stato ricavato dal recupero di un vecchio edificio agricolo in p

See more details
Valsassina Country con mamma e papà

Dal 12 al 15 luglio a Barzio torna il Valsassina Country festival: la manifestazione country più grande in Italia. La favolosa epopea del West in un contesto d’eccez

See more details
Playlife, in vacanza a scuola di vela

  Isolaverde di Chioggia (Ve). Vacanze a misura di famiglia: miniclub, attività, sport, musica, escursioni, serate in spiaggia e a bordo piscina.  Tanto divertim

See more details
Movimënt, estate 2018: le novità a misura di sportivo e di famiglia

Una stagione di scoperte ed emozioni da vivere al fresco dei 2000 metri. Tra le novità del 2018, i nuovi trails Bike Beats, adrenalinici percorsi nel verde, le attività da

See more details
Fuerteventura: all’ Oasis Park per vivere esperienze incredibili!

Di Giovanna Fidone    Fuerteventura è l'isola delle Canarie più vicina al continente africano ed è la seconda isola dell'arcipelago per dimensioni, conosci

See more details
A Soncino la scuola di Hogwarts. Chi sarà il nuovo Harry Potter?

Di Giovanna Fidone        E’ ufficiale: se volete diventare maghi dovete andare a Soncino (Cr) dove è tutto pronto per la sede distaccata

See more details
A Verbania Babbo Natale arriva sul battello

  Di Giovanna Fidone Sin dal lontano 1400 d.C., Babbo Natale alla fine di Novembre di ogni anno arrivava anche a Milano per distribuire i doni ai bambini. Da li parti

See more details
Sonnwies resort: spa per i grandi e fattoria per i piccini

Un ambiente a misura di bambino, con tanti ettari di giardino, piscina all’aperto, parco giochi e fattoria con mini zoo dove la famiglia è al centro dell’attenzione, qu

See more details
Sospesi tra terra e cielo nel labirinto effimero di Alfonsine

Anche in questo 2017, dimensioni e tipologie rendono ancora una volta l’opera realizzata in provincia di Ravenna la più grande del mondo Rimarrà aperto per tutta l’es

See more details
Grazzano Visconti: Festival dei Gufi e non solo

di Giovanna FidoneVorreste vivere l’esperienza del film “Non ci resta che piangere”, con l’indimenticabile coppia Benigni e Troisi, e trovarvi catapultati nel Medioevo

See more details
Le vacanze per famiglie secondo Club Med

Le vacanze sono il momento per i genitori di rilassarsi e trovare del tempo per stare insieme alla famiglia e per i più piccoli l’occasione di crescere e scoprire ed esse

See more details
Primavera al Keukenhof: il più bel parco floreale al mondo

Il 23 marzo 2017, il parco Keukenhof riapre al pubblico, dopo aver accolto lo scorso anno più di 1 milione di visitatori da tutto il mondo. Il parco apporta un contributo sig

See more details
Catez: il più grande parco acquatico termale indoor

Per cominciare il 2017 all’insegna del benessere e del divertimento Il 2017 è alle porte e dopo i consueti festeggiamenti di Capodanno sono molte le famiglie che decidono

See more details
A Verbania la vigilia di Natale: dal presepe subacqueo alla Corsa dei Cappelli di Natale

di Giovanna FidoneSulla sponda occidentale del Lago Maggiore, capoluogo della provincia del Verbano-Cusio-Ossola troviamo la città di Verbania. Vicino alla Svizzera ma con

See more details
Cortina d'Ampezzo "formato famiglia"

ph. credits:@Mover La stagione invernale nella Regina delle Dolomiti è la più divertente dell’anno,soprattutto per i più piccoli: da vivere scendendo sul manto nevoso

See more details
Natale in famiglia al Mercatino del Quellenhof Resort

Una magica atmosfera avvolge la terrazza di uno dei paradisi benessere più grandi dell’arco alpino, e a soli 10 km da Merano (BZ), che ospita per il terzo anno le tipiche

See more details

La rivista

Cortina d'Ampezzo "formato famiglia"

striderbike mover

ph. credits:@Mover

La stagione invernale nella Regina delle Dolomiti è la più divertente dell’anno,
soprattutto per i più piccoli: da vivere scendendo sul manto nevoso in sella a una snow bike, giocando nei parchi e negli asili neve e scoprendo le attività e i laboratori creativi.
E, per i ragazzi dagli 11 ai 15 anni, arriva il primo Digital Winter Camp.

Altro che acqua: per i più piccoli la neve è composta al 90% da divertimento. Specialmente a Cortina d’Ampezzo, dove in inverno hanno a disposizione tanti modi per trascorrere una vacanza indimenticabile con tutta la famiglia e i coetanei. Oltre ai grandi classici come sci, slittino, pupazzi di neve, ci sono diverse nuove proposte per gli ospiti dai 18 mesi in su: dalle discese in sella a una snow bike, ai giochi a Baby Tofana Land, a Giocolandia. Ma il divertimento non si ferma mai, e anche lontano (ma non troppo) dalla neve i più giovani possono esplorare un mondo di possibilità, dai laboratori e le attività di ASD Fair Play al primo Digital Winter Camp, per i “piccoli nerd” appassionati di nuove tecnologie.

Pedalando… anzi, sciando, in bicicletta

Un nuovo progetto nel magnifico contesto di Guargnè ai piedi del Cristallo, pensato per i bambini e le famiglie. Mentre in estate qui ci si può divertire con paraboliche e ponticelli, per imparare le basi della MTB, aiutati da istruttori federali, in inverno i piccolissimi, dai 18 mesi in su, possono provare la Strider Bike con snow ski per avvicinarsi alla neve divertendosi in tutta sicurezza (gli sci da neve vengono fissati sotto le ruote). Non mancano tappeti elastici e gonfiabili giganti per giocare sulla neve e, per gli adulti, un'area relax immersa in un panorama impagabile.

www.moversport.it

Un asilo nella neve

Altra novità di questa stagione, il Baby Tofana Land: un “asilo neve” per bambini dai 3 ai 10 anni. A Capanna Ra Valles, a 2.470 metri di quota, i bambini possono giocare insieme in uno spazio dedicato e appositamente attrezzato. Due operatrici dell’infanzia accompagnano i più piccoli in attività ricreative e ludiche sia in una sala interna del rifugio sia all’esterno, con giochi sulla neve. Il Baby Tofana Land è aperto per tutta la stagione, dalle 9.00 alle 16.00, e accoglie fino a un massimo di 8 bambini. La prenotazione è obbligatoria.

(Per informazioni e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. ).

www.freccianelcielo.com

Giocolandia

All’interno del 5 stelle Grand Hotel Savoia, a pochissimi passi dal centro di Cortina d’Ampezzo, c’è un parco giochi dedicato ai bambini. Insieme a un’educatrice, i più piccoli vengono accompagnati in attività che variano di giorno in giorno, tra gioco e formazione. Lo spazio è aperto durante il periodo di Natale/Capodanno e Carnevale a tutti i bambini, è necessario l’accompagnamento di un adulto per quelli che hanno fino ai 3 anni d’età.

www.grandhotelsavoiacortina.it

Spazio alla creatività

I piccoli creativi possono partecipare alle tantissime iniziative dell’associazione ASD Fairplay, in programma da lunedì 5 dicembre a sabato 7 gennaio: ben 23 appuntamenti tra attività manuali, letture, feste e giochi all’aperto. Ad esempio, venerdì 23 dicembre “Dipingiamo Babbo Natale”, giovedì 29 dicembre “Piccola festa prima del nuovo inizio”, sabato 31 dicembre “Festa di Capodanno” all’Hotel Argentina.

(www.asdfairplay.it | Tel. +39 0436 830005 | This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. ).

Alla scoperta delle nuove tecnologie digital

Ragazze e ragazzi appassionati di tecnologie informatiche avranno la possibilità di partecipare, nella prima settimana di gennaio (dal 3 al 7), al primo Digital Winter Camp di H-Farm Education a Cortina d’Ampezzo. Cinque pomeriggi di laboratori digitali, dalle 14.30 alle 18.30, con una calda pausa merenda alle 16.00, per un inizio d’anno del tutto fuori dagli schemi, tra innovazione e divertimento. Durante i laboratori ogni gruppo di partecipanti svilupperà un progetto e lo presenterà ai genitori al termine del camp. Un’occasione per imparare ad utilizzare le nuove tecnologie (ad esempio modellando e stampando in 3D, creando una video-presentazione efficace) e socializzare con i coetanei.

www.h-campus.com

 

Natale in famiglia al Mercatino del Quellenhof Resort

quellendohf

Una magica atmosfera avvolge la terrazza di uno dei paradisi benessere più grandi dell’arco alpino, e a soli 10 km da Merano (BZ), che ospita per il terzo anno le tipiche cassette di legno dove trovare prodotti di artigianato e gastronomia locale, tra alberi natalizi, luci, profumi e decorazioni. Apertura dal 25 novembre 2016 all’8 gennaio 2017

Un mondo incantato attende gli ospiti del Quellenhof Sport & Wellness Resort di San Martino in val Passiria (BZ), a soli 10 chilometri da Merano (BZ). Sulla terrazza infatti è già Natale con il mercatino allestito nelle tipiche casette di legno, vicino alla struttura principale, che accendono la voglia di vacanza e danno inizio al conto alla rovescia al tanto atteso periodo di festa. Al suo terzo anno di vita, è già rinomato tra i tanti mercatini dell'Alto Adige perchè qui si respira un'atmosfera tutta particolare. Oltre ai manufatti artigianali, ai profumi di cannella e spezie, dolci e prodotti tipici della zona, nello stand dedicato al vin brulè, si servono caldi punch e fragranti krapfen fatti in casa. Insieme alle casette c’è anche una sfera di Natale che richiama nella forma la sauna situata nel parco: al suo interno, in un ambiente caldo e avvolgente, sarà possibile prenotare una deliziosa fonduta di cioccolato da degustare in compagnia, fino a un massimo di otto persone. Non mancheranno un bosco natalizio, fatto di abeti grandi e piccoli, lungo la terrazza del Quellenhof e una stalla con le pecore, particolarmente amata dai piccoli ospiti. La sera stessa dell'inaugurazione dell'esclusivo mercatino, dopo una tradizionale corsa, arriveranno i famosi Krampus: uomini-caproni con maschere da diavolo. Una festa tradizionale che si perde nella notte dei tempi e che vede questi personaggi alla ricerca dei bambini "cattivi" e si collega alla festa di San Nicolò, vescovo ortodosso all'origine della leggenda di Babbo Natale. Ma oggi la manifestazione dei Krampus è un appuntamento imperdibile, un momento di allegria per grandi e piccini. Il mercatino di Natale del Quellenhof rimarrà aperto dal 25 novembre 2016 finoall’8 gennaio 2017, dalle 14 alle 22.

I piccoli ospiti nel periodo dell’Avvento saranno inoltre invitati a realizzare decorazioni natalizie, dedicarsi al bricolage, cuocere pasticcini, giocare con le palle di neve e costruire pupazzi, partecipare a gite nel paesaggio innevato alla ricerca di tesori, giochi, trucchi, concorsi di disegno e cinema 3D con il personale del mini club. A tema poi calendari d'Avvento, teatrino e festa di Natale, lettura dei racconti natalizi di mamma Dorfer sotto l'albero di Natale e ogni giorno un programma serale diverso con musica, balli, mostre ed escursioni con le fiaccole.

Per l'outdoor a disposizione un servizio navetta che condurrà ogni giorno a Plan oppure a Racines, escursioni con le racchette da neve e sosta in baita, passeggiate invenali riscaldate da da vin brulè, gite in carrozza trainata da cavalli, pattinaggio per tutti, escursioni con gli sci in compagnia della famiglia Dorfer, gite in slitta. E al rientro cosa c'è di meglio che rilassarsi nel reparto Wellness & Spa esteso su ben 10mila mq, un vero e proprio paradiso con pochi rivali in Europa, non solo per le dimensioni ma anche per le caratteristiche: la nuova Sauna Evento al Lago è stata premiata infatti come la più innovativa dell'arco alpino e unica nel suo genere. L'equipaggiamento tecnico, gli effetti di luce, la musica, lo spettacolo e gli elementi d'acqua non hanno pari: "fuoco e ghiaccio", "gettata con violino", "gettata africana Congo" e "sudtirolese" sono alcuni esempi delle gettate di vapore "evento". Tutti i giorni almeno 5 speciali gettate invernali.

Tante le proposte per la coppia e la famiglia, tra queste il pacchetto "Vacanza invernale deluxe" che prevede due pernottamenti con trattamento di mezza pensione gourmet, utilizzo del reparto Wellness & Spa, i programmi fitness giornalieri con assistenza e tutti i servizi inclusi del Quellenhof.


Per saperne di più:
www.quellenhof.it/

 

Torna “Weekend in Liguria”, il 3 per 2 per chi ama le vacanze

Genova - Porto Antico William Domenichini

ph credits: William Domenichini 

Quasi 200 le imprese aderenti all’iniziativa dell’Agenzia in Liguria Dal primo aprile al 30 maggio la promozione a Genova e in Riviera, con colazione all’alba di lunedì per rientrare comodamente in città.


Torna Weekend In Liguria, la promozione piu' amata dai turisti; un vero e proprio must di primavera. E torna con numeri da record, visto che sono quasi 200 le imprese del settore turistico, alberghi, B&B e locande che hanno aderito all’iniziativa dell’Agenzia di promozione turistica “In Liguria”. La promozione per i turisti che vogliono lasciarsi alle spalle l’inverno e godere del clima mite della Liguria è basata su una formula di successo: pagando due notti si avranno a disposizione tre pernottamenti, da venerdì a domenica, con l’aggiunta della possibilità di avere la colazione del lunedì mattina all’alba (a partire dalle 6) in modo da poter fare ritorno in città e al lavoro in tranquillità.

L’offerta è valida dal primo di aprile al 30 maggio: per chi ne ha abbastanza del freddo e del tran-tran cittadino, è l’occasione giusta per ricaricare le pile e fare il pieno di energia tra Genova capitale culturale, acquario, città dei bambini e le Riviere.

Con questa iniziativa l’Agenzia “In Liguria” punta a rafforzare l’offerta nel periodo che precede l’estate con l’obiettivo di aumentare l’occupazione delle camere. La promozione è tutta da scoprire on-line: basta un click sul sito www.weekendinliguria.it, all’interno del portale turistico regionale, per scoprire tutte le offerte e prenotare la propria vacanza.

La Liguria offre un ventaglio di occasioni, perchè ogni vallata, ogni territorio ha qualcosa di tipico da mettere in vetrina: nicchie di artigianato artistico, eccellenze del territorio, il patrimonio di manualità e creatività che offrono i centri storici, a cominciare da quello di Genova capitale culturale con le sue mostre e i Palazzi dei Rolli, patrimonio Unesco.

La Liguria, da Ponente a Levante, è la terra del “glocal” anche dal punto di vista dell’offerta eno- gastronomica; è infatti possibile gustare deliziose e genuine tipicità locali nei diversi ristorantini e agriturismi della regione, alla scoperta di antichi sapori e semplici ricette “della nonna”.

Chi sceglie una vacanza attiva in famiglia ha solo l’imbarazzo della scelta. Tra piste ciclabili, itinerari per la mountain bike, i mille sentieri trekking nei parchi regionali e nazionali, la fantastica Alta Via dei Monti Liguri, e l’escursionismo nei luoghi protetti dall’Unesco, come le Cinque Terre e l’Isola Palmaria di fronte a Portovenere e il Geopark del Beigua.
Davvero un peccato stare a casa!

 

Per saperne di più:

www.weekendinliguria.it

 

Arte, cibo e buona musica a Vasto

vasto

di Giacomo Tenaglia   

Vasto, ultima città dell’abruzzo che si affaccia direttamente sul mare Adriatico, è una piacevole cittadina adagiata su una ampia zona collinare. Il colpo d’occhio è appagante; guardando il mare, dalla vecchia cinta muraria, si mostra all’osservatore, un ampio e splendido golfo. All’orizzonte, verso il mare aperto, in giorni particolarmente limpidi, si riesce a vedere la sagoma delle isole Tremiti mentre lanciando lo sguardo verso l’insenatura sottostante si scorge Termoli e da lì, poi, inizia il promontorio del Gargano.
Vasto è anche storia e cultura; interessanti, da questo punto di vista sia storico che artistico il Palazzo D’Avalos, dal cui settecentesco giardino napoletano è possibile anche ammirare un fantastico panorama, ed il castello Caldoresco, edificato su una struttura preesistente nella prima metà del XV secolo dal signore di Vasto Giacomo Caldora; alle sue spalle la piazza principale del paese: Piazza Gabriele Rossetti, a cui Vasto ha dato i natali. La storia della città di Vasto è antichissima; Histonium era il nome datole dai romani; Nel Museo Archeologico sono custoditi reperti storici che vanno dall’Età Del Ferro fino all’Alto Medioevo, sarcofagi, sculture, anfore, monili, armi, monete (coniate dal III sec. a.C. al V sec. d.C.), oltre ad un bellissimo pavimento a mosaico proveniente dall’area delle antiche terme istionesi, la cui datazione si fa risalire al I sec. d.C. Quattro edifici sacri sono di particolare rilevanza, la Chiesa di Santa Maria Maggiore, la Chiesa di Maria Santissima del Carmine, la Cattedrale di San Giuseppe e la Chiesa di San Michele Arcangelo.
Dal punto di vista culinario ci sono tutte le garanzie per restare soddisfatti; i gusti di tutti non potranno che essere appagati. Sul pesce non si discute, come vuole la regola che accomuna tutte le città di mare, e celeberrimo è sicuramente il brodetto di pesce “alla vastese”; per quanto porchetta di maiale ed arrosticini di pecora, oltre ad salumi e formaggi, si difendano egregiamente nel contendere il premio per la portata “preferita”.
Unendo utile e dilettevole è quindi caldamente consigliato far coincidere una permanenza a Vasto nelle stesse date in cui si svolge la terza edizione del Siren Festival; in programma dal 21 al 24 Luglio (abbonamenti e biglietti per le singole giornate di venerdì e sabato sono già in vendita). La rassegna offre uno interessante ed intrigante spaccato del mondo musicale odierno “che ci gira intorno”, per dirla chiamando in causa Ivano Fossati. Sono ben rappresentati in tutte le sue sfaccettature sia il pop-rock britannico e sia quello a stelle e strisce senza disdegnare proposte da Spagna, Canada, Germania, Australia ed altri luoghi ancora. La kermesse non si dimentica anche di proporre nomi più legati alla corrente elettronica e, naturalmente, di dare spazio, a tuttotondo, anche ai gruppi di casa nostra. I nomi di richiamo di alta caratura, come nelle due precedenti edizioni, non mancano. Per quest’anno sono programmati i britannici Editors, i tedeschi Notwist e gli italiani I Cani.
Gli Editors saranno sul palco principale del Siren Festival il 22 luglio per proporre il loro nuovo e quinto album, uscito ad ottobre, dopo due anni di tour mondiale, ed intitolato ‘In Dream’.

 EDITORS siren foto
Il 23 invece sarà in turno dei Notwist, da sempre band pioneristica nel creare un universo sonoro unico e inconfondibile frutto di innumerevoli elementi ed influenze, arriva in Italia per un’unica data in cui eseguirà il loro album-capolavoro “Neon Golden”, pubblicato nel 2002.
Solo, forse, perché meno famosi ai più e poco inclini alle classifiche di vendita da radio FM, non si possono dimenticare Thurston Moore, ex leader dei Sonic Youth, Gold Panda, ormai uno degli artisti elettronici più importanti della sua generazione, Adam Green, piccolo genio newyorkese, capostipite della generazione anti-folk americana, con 9 album all’attivo, arriva in Italia per presentare il nono album solista della sua carriera “Aladdin". Impossibile non citare Gli A.R. Kane; un duo musicale inglese costituito da Alex Ayuli e Rudy Tambala formatosi nella zona di East London nel 1986. Polistrumentisti, legati alla celeberrima etichetta 4AD, hanno fatto parte del collettivo MARRS assieme ai membri dei Colourbox e sono coautori della hit internazionale “Pump up The Volume” e anche Ry X. Giovane australiano giunto al debutto discografico con l’album “Dawn” dove con una chitarra acustica, arrangiamenti minimali, testi scarni ma densi e una emotività diretta e spontanea e potente si svela al pubblico del festival. A chiudere la festa è stato chiamato il texano Josh T. Pearson; tanto scorbutico e riservato quanto intenso ed incantevole metterà la sue canzoni intrise di maliconia contenute nel suo album solita “The Last Of The Country Gentlemen” nella bell’acustica della Chiesa di S.Giuseppe. Insomma una rassegna dove in quattro giorni è possibile ascoltare buona musica, scoprire piacevoli novità, sentire proposte interessanti e gustare dal vivo, in un contesto non dispersivo, nomi di primo richiamo. Ultima annotazione, ma non per questo meno importante, è che i nomi in programma sia giovedì 21 e sia domenica 24, non necessitano di biglietto e nelle serate a pagamento l’ingresso sarà gratuito per tutti i bambini sino ai 13 anni (inclusi) accompagnati dai genitori I genitori dovranno acquistare i propri biglietti presso i circuiti di prevendita autorizzati e presentarsi con i bambini in biglietteria dove riceveranno i braccialetti validi per l’ingresso.

Per saperne di più:
sirenfest.com/

 

A Siena edizione kids del “Mercato nel Campo”

LaboratorioCreativoMercato1

Appuntamento con i laboratori creativi e di educazione alimentare per i bambini dai 5 ai 12 anni

A Siena edizione kids del “Mercato nel Campo”: scuola di cucina e trekking urbano sulla Via Francigena condito dai sapori del buon cibo

Domenica 3 aprile torna il trekking urbano dedicato ai più piccoli alla scoperta della Via Francigena

SIENA. Il Mercato nel Campo apre le porte ai più piccoli per un lungo weekend dedicato alla scoperta dei sapori. Sabato 2 e domenica 3 aprile, in occasione dell’esposizione in Piazza del Campo delle migliori eccellenze dell’enogastronomia nazionale, la città ospiterà anche un ricco cartellone di eventi dedicati ai più piccoli. Dai laboratori sensoriali alle attività creative legate al cibo, dalle lezioni di cucina per imparare, divertendosi, una sana attività manuale fino al #sienafrancigenakids: il trekking urbano per bambini lungo la Via Francigena. Un modo originale per scoprire i sapori della terra, direttamente all’interno dei 150 banchi di Piazza del Campo, dove sarà possibile trovare, e degustare al momento, i migliori prodotti dell’enogastronomia, a partire da quelli del territorio. Per tutta la durata del Mercato i cantastorie Felice e Celina, coinvolgeranno grandi e piccini nello spettacolo itinerante con il racconto di storielle, filastrocche e microracconti musicati.

“Mani in pasta”: piccoli chef crescono al Mercato nel Campo. Sabato 2 e domenica 3 aprile i bambini avranno modo di partecipare ai laboratori di educazione alimentare e ambientale, ma soprattutto potranno “mettere le mani in pasta” e cimentarsi con la preparazione dei pici, pasta fatta a mano, simili agli spaghetti ma più larghi, tipici del sud della Toscana, della val d’Orcia e della val di Chiana. Durante i due giorni, dalle ore 10, si svolgerà il laboratorio sensoriale “Annuso e Assaggio” organizzato dalla Piccola Fattoria Forte di Castiglione d’Orcia, per imparare a riconoscere le piante aromatiche e la frutta saporita. Le attività, consigliate per i bambini dai 5 ai 12 anni, comprendono anche il laboratorio “Cucino Io. Oggi faccio i Pici“, in cui i piccoli chef potranno partecipare alla preparazione della pasta fatta a mano, con la ricetta tradizionale a base di acqua e farina. Spazio anche alla creatività con l’angolo del disegno per dare sfogo alla fantasia disegnando il Mercato e i suoi prodotti.

#SienaFrancigenaKids fa tappa al Mercato. Domenica 3 aprile, alle ore 15, tappa speciale del #Sienafrancigenakis: il trekking urbano dedicato ai più piccoli per scoprire curiosità e aneddoti legati alla Via Francigena.In occasione del Mercato nel Campo il percorso partirà dal Santa Maria della Scala, dove i bambini riceveranno lo “Zainetto di #SienaFrancigenaKids”, per la merenda a base di panino al prosciutto, uno dei prodotti d’eccellenza presente nei 150 banchi del Mercato. Ad accogliere e ad accompagnare i ‘pellegrini under 14’ sarà una guida di eccezione: Gioconda, balia medievale che racconterà sotto forma di favola la storia di Siena legata all’accoglienza dei pellegrini. I baby pellegrini visiteranno anche il Mercato di Piazza del Campo per conoscere da vicino i migliori prodotti dell’enogastronomia e dell’artigianato. Il percorso proseguirà fino a Porta Romana. #SienaFrancigenaKids è un progetto dell’assessorato al turismo del Comune di Siena. Il costo del biglietto per gli under 14 è di 7,50 euro e di 10 euro per gli accompagnatori. Il biglietto include la visita guidata teatralizzata al Pellegrinaio del Santa Maria della Scala e lungo il tratto urbano della Francigena fino a Porta Romana; lo zainetto contenente la Merenda del Pellegrino. È possibile prenotare, entro le ore 13.30 di sabato 3 aprile, chiamando i numeri 347-6137678 e 348-0216972 oppure inviando un’e-mail all’indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. . La partenza è garantita indipendentemente dal numero dei partecipanti.

“Il Mercato nel Campo” è un’iniziativa del Comune di Siena, in collaborazione con Confesercenti, Confcommercio, Cia, Coldiretti, Unione Agricoltori provinciale, Cna, Confartigianato, con main sponsor Banca Monte dei Paschi di Siena. Per informazioni e aggiornamenti è possibile seguire la Pagina Facebook Mercato nel Campo, il Profilo Twitter, il canale YouTube e Instagram.

Per saperne di più:

www.kidpass.it

 

Vacanza “teen” in Val d’Ega

adrenalina erica
Over 12 a tu per tu con le mucche e le api, adrenalina al Boscoavventura

Nova Ponente (BZ) – La vacanza con i genitori in Val d’Ega prende una piega inaspettata. I ragazzi dai 12 ai 15 anni ospiti dell’Hotel Erica hanno un programma tutto per loro e il divertimento è assicurato: a tu per tu con le mucche dei masi contadini, in maschera e tuta per raccogliere il miele dall’apicoltore e adrenalina pura con i lanci sospesi tra gli alberi nel Boscoavventura.
Si sa, i bambini superati i 12 anni non si vogliono più chiamare “bambini”. Sono ragazzi e hanno ben in mente che in vacanza ci si diverte, in gruppo e senza i genitori alle costole, anche meglio. L’Hotel Erica di Nova Ponente, situato nell’area turistica del Catinaccio-Latemar, nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Unesco, organizza escursioni ad hoc per garantire anche ai “non più bimbi” coinvolgimento e avventura. La visita al maso Spörlhof a Nova Ponente regala esperienze uniche a fianco dei contadini e dei loro animali. I genitori partecipano ma sono i ragazzi a mettersi in gioco: vivono in prima persona la giornata tipica della fattoria aiutando i proprietari nei lavori di foraggiamento e nella cura delle mucche da pascolo. Ci sarà da tirare fuori i muscoli!
La casa dell’apicoltore Hansi si raggiunge con la cabinovia di Nova Levante. Lì il proprietario delle arnie spiega la vita frenetica delle api. Si indossano le protezioni, tuta e maschera telata, per avvicinarsi in sicurezza agli insetti e spiare il mondo con i loro occhi. C’è bisogno di abilità e pazienza per non agitare le api, una sfida che si conclude con la degustazione di miele e un gioco-quiz sull’esperienza vissuta: i più attenti e preparati riceveranno un regalo. Il Boscoavventura di Obereggen è il posto ideale per le forti emozioni e per mettere alla prova le proprie abilità atletiche. Ci sono 4 percorsi con diverso grado di difficoltà, 30 stazioni sospese tra gli alberi, tra ponti di corda e discese su funi lunghe fino a 90 metri. Non c’è spazio per la paura. Il personale qualificato del parco controlla che il divertimento sia sempre in totale sicurezza.

Per saperne di più:
www.erica.it – This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

South Africa family holidays

CThead-city-sunrise-view

ph. credits: Cape Town Tourism

Il Sudafrica è la destinazione perfetta per una vacanza in famiglia, una meta facile e divertente, che consente di vivere avventurose esperienze a contatto con la natura e gli animali in totale sicurezza.

Facile! Il Sudafrica non ha fuso orario rispetto all’ora legale italiana (un’ora in più rispetto all’ora solare italiana) e per raggiungere il Paese ci sono comodi voli notturni quotidiani dai principali aeroporti europei, in modo da arrivare al mattino riposati e pronti ad esplorare le città e la natura sudafricana. È inoltre una destinazione accessibile anche dal punto di vista economico: hotel e servizi hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Divertente! Se il viaggio inizia da Cape Town, tappa imperdibile è la Table Mountain, simbolo della città. I bambini saranno entusiasti di prendere la funivia girevole che porta in cima all’imponente montagna , da cui si gode di una vista mozzafiato sulla città e sull’oceano.

CTCAPPT01016 CTTableMountainAerialCableway

Tra le attrazioni più piacevoli della città figura il Two Oceans Aquarium: oltre 3.000 creature marine tra cui squali, tartarughe e pinguini vivono nelle grandi e tecnologiche vasche di questo acquario che mette in mostra la ricca vita marina sudafricana.

Di sicuro interesse per i bambini e non solo, è la gita a Boulders Beach, per incontrare gli oltre 2.000 simpatici pinguini che vivono su questa spiaggia. In quest’area l’acqua dell’oceano è più calda e fare un bagno qui è vivamente consigliato: inoltre nuotando è possibile avvistare in lontananza foche, delfini e tra giugno e novembre anche balene. I pinguini si possono avvistare anche in altre spiagge come quella di Betty’s Bay, sempre nei pressi di Cape Town.

CTBoulders CTClifton

Accoglienza family friendly! Sono molti gli hotel che accolgono i bambini e che prevedono facilities per le famiglie e attività dedicate ai loro piccoli ospiti. Tra i più suggestivi e ben attrezzati c’è il Twelve Apostles che, incastonato tra l’oceano, l’omonima barriera montuosa e la Table Mountain, dispone tra l’altro di un cinema interno dove guardare cartoni animati gustando pop corn e cioccolata calda, e organizza simpatici pic-nic sulla spiaggia privata.

Il piacere della scoperta! La natura sudafricana è maestosa, ma non è solo bush e safari.

I Kirstenbosch National Botanical Gardens di Cape Town, sono uno dei più grandi orti botanici al mondo e vantano il Treetop Canopy Walkway, una passerella in legno lunga 130 metri, sospesa sopra gli splendidi giardini. Da qui è possibile godere di una prospettiva privilegiata su alberi, piante e fiori colorati. Se ci si sposta lungo la Garden Route, la strada panoramica che costeggia l’oceano, si incontrano diversi luoghi interessanti come ad esempio il Birds of Eden, santuario degli uccelli dove, tra cascate e misteriose rovine, volano 3.000 uccelli appartenenti a 220 specie diverse. Accanto a questo parco si trova Monkeyland, dove sono le scimmie ad essere le protagoniste.

CTbaboons CTscenic-cape-town-flowers-spring-landscape-clouds 800 533 80

Non può mancare uno stop a Oudtshoorn, la terra degli struzzi: qui sono tante le farm che allevano questi simpatici animali con i quali è possibile interagire. Al Cango Ostrich Farm ad esempio si possono fare tour guidati e dar da mangiare agli struzzi. Sempre nei pressi di questa cittadina si trovano le Cango Caves, un labirinto di grotte sotterranee pronte per essere esplorate alla luce delle torce.

Avventura! Per una scarica di adrenalina, da non perdere i Canopy Tour organizzati nella foresta di Tsitsikamma per ammirare da un’altezza di 30 metri la rigogliosa natura sottostante mentre si scivola veloci lungo i cavi di acciaio del percorso: si tratta di un’escursione adatta anche ai bambini più piccoli poiché è possibile intraprendere questa avventura in “tandem”, con una guida professionista. Il circuito di canopy tour di Cape Town , il cui cavo più lungo raggiunge i 320 metri, regala invece momenti “da brivido” ai più sportivi e temerari, ma anche alle famiglie con teenager, per sperimentare un’esperienza fuori dall’ordinario. Premiato nell’ambito dei Best in Travel 2015 di Lonely Planet come seconda nuova migliore attrazione del mondo, il canopy tour di Cape Town promette forti emozioni dall’alto di pendici scoscese, a patto che non soffriate di vertigini!

CThiking-lions-head-camps-bay-view-landscape CTZiplines2

FotoSafari, che passione! Quando si parte per una vacanza in Sudafrica l’esperienza del safari è tra le più ambite. Sono moltissime le aree malaria free dove effettuare safari in parchi nazionali o riserve private. Allo Hlosi Game Lodge, nella Amakhala Game Reserve a circa un’ora di macchina da Port Elizabeth nella provincia dell’Eastern Cape, i bambini sono i benvenuti. Durante i safari (aperti ai bambini dai 5 anni in su) sarà possibile scoprire curiosità sui Big Five e tutti gli animali avvistati, mentre i più piccoli potranno andare a pesca e imparare a identificare le impronte. È possibile anche prenotare un safari pomeridiano privato dove sulla jeep ci sarà solo la propria famiglia: in questo caso gli itinerari e le spiegazioni saranno studiati ad hoc.

La riserva privata di Sanbona invece, a poco più di 2 ore di auto da Cape Town, è famosa per la presenza del raro leone bianco. Tra le accomodation proposte, Il Gondwana Lodge è una struttura pensata appositamente per le famiglie: 12 lussuose suite con una vista sulle montagne e sul paesaggio circostante. Qui il safari è accessibile per bambini dai 4 anni in su, e sono diverse le attività dedicate ai piccoli ospiti, come un percorso attraverso il giardino di Gondwana per conoscere tante curiosità sugli animali oppure la visita ai siti dove viveva l’antica popolazione San, le cui tracce sono ben visibili grazie alle incisioni sulla roccia. La sera invece, tutti insieme all’aria aperta per osservare le stelle.

Per saperne di più:

South Africa Tourism

Cape Town Travel

 

I tesori del Lago Maggiore: le Isole Borromee e la Rocca di Angera

ISOLA BELLA

di B.L.
Secondo per estensione dopo il Lago di Garda, il lago Maggiore, con le sue bellezze naturalistiche, artistiche e storiche, ha da sempre attratto non solo artisti e poeti provenienti da ogni parte del mondo in cerca di ristoro e ispirazione (Hemingway, Montesquieu, Toscanini tanto per citarne alcuni) ma anche famiglie appartenenti alla nobiltà lombarda (in particolare i Borromeo e i Visconti) che qui venivano a trascorrere le loro vacanze e che per questo vi hanno costruito sontuose dimore a partire dal Settecento.
Tra i luoghi più suggestivi scelti per la costruzione dei lussuosi edifici, oltre alla cittadina di Stresa, il prezioso arcipelago lacustre che, proprio per tale ragione, ha assunto il nome di “Isole Borromee”.
L’isola Bella, l’isola Madre,l’isola dei Pescatori meritano assolutamente un tour che si può compiere grazie alla Navigazione Lago Maggiore, che parte da Stresa e dalle principali cittadine lacustri a partire dal mese di aprile per concludersi ad ottobre di ogni anno..
L’isola Bella, anticamente chiamata “isola Isabella” in omaggio ad Isabella d’Adda, moglie del conte Carlo Borromeo III, è rimasta a lungo completamente abbandonata e ci sono voluti più di quarant’anni per rendere meraviglioso questo piccolo isolotto. Con dieci terrazze che scendono a picco sul lago, l’Isola possiede oggi il giardino in stile barocco più bello d’Europa: si tratta di una giardino all'italiana impreziosito da giochi d’acqua, dalle statue di Carlo Simonetta e da una moltitudine di grotte decorate con conchiglie. Oltre al magnifico giardino, ad estasiare i visitatori è Palazzo Borromeo coi saloni e le camere del piano nobile, le sale della musica e delle armi.

Borromeo Isola-Bella dettaglio giardino isola bella
L’Isola Madre, la più estesa e più austera, è stata utilizzata dai Borromeo soprattutto come dimora privata. Il cinquecentesco Palazzo Borromeo è circondato da giardini ottocenteschi definiti da Flaubert  "un Paradiso terrestre". Apparentemente più spontanei di quelli dell'Isola Bella, perché realizzati all'inglese, vedono crescere fianco a fianco specie subtropicali e vagare in totale libertà particolari pavoni bianchi, una moltitudine di specie di fagiani e suggestivi pappagalli. All'interno della villa, arredi d'epoca e un delizioso teatrino delle marionette di fine Settecento, collezioni di livree, preziose porcellane e, per gli amanti degli allestimenti teatrali in miniatura, il Museo della Bambola.
L’isola dei Pescatori è senza dubbio la più visitata ed è l'unica abitata stabilmente. Ancora oggi ci vivono alcuni pescatori che hanno scelto la tranquillità dell’isola per trascorrere la loro vita lontano dallo stress delle grandi città. Una scuola, una chiesetta in stile romanico con affreschi del Quattrocento, un piccolo cimitero e tutti i negozietti che si inerpicano sulle viuzze del centro. I graziosi vicoli e il caratteristico mercatino in cui acquistare prodotti di artigianato locale sono molto graditi ai turisti che d'estate (durante il Ferragosto) vi si recano per assistere alla suggestiva processione delle barche da pesca illuminate che portano la statua dell'Assunta in processione attorno all'Isola.
Oltre alle splendide Isole, risulta assolutamente degna di nota una visita anche alla Rocca di Angera, per secoli fulcro del catenaccio militare a difesa del Verbano, e rimasta un prezioso esempio di fortificazione medievale perfettamente conservata, con un'invidiabile posizione panoramica e un bellissimo ciclo di affreschi trecenteschi nella Sala della Giustizia dedicati alle imprese di Ottone Visconti, la cui famiglia era proprietaria di Angera prima dei Borromeo. Anche qui c'è un giardino, medievale, nel quale da qualche anno sono stati ricreati tutti gli spazi che caratterizzavano il verde dell'epoca; dalle erbe officinali ai selvaggi boschetti, dal popolano orto al cavalleresco giardino dei principi. All’interno della Rocca è possibile ammirare il Museo del Giocattolo, nato dalla collezione privata di Bona Borromeo, e considerato uno dei più importanti del genere in Europa.

Per saperne di più:
www.isoleborromee.it

 

Siena: "Via Francigena for Kids"

Siena roofs by Taty2007 - Wikimedia Commos

Al via #SienaFrancigenaKids: primo trekking urbano sulle orme di antichi pellegrini dedicato ai bambini

ph credits: Taty2007
Ogni sabato, dal 12 dicembre al 30 gennaio, una balia accompagnerà i ‘piccoli pellegrini’ da Piazza Duomo a Porta Romana, passando per il Santa Maria della Scala.
Ai baby pellegrini sarà consegnato lo zainetto ufficiale e la “Merenda del Pellegrino”

SIENA. ‘Piccoli pellegrini’ crescono sulla Via Francigena. A Siena nasce #SienaFrancigenaKids, il primo percorso pensato e dedicato ai bambini per calarsi nei panni degli antichi viandanti. Ogni sabato, dal 12 dicembre fino al 30 gennaio con partenza alle ore 15 da Piazza Duomo, i ‘baby pellegrini’ si ritroveranno al Santa Maria della Scala, uno degli ospedali più antichi d’Europa. Ad accoglierli e ad accompagnarli, prima all’interno del Complesso museale e poi a Porta Romana, sarà una guida di eccezione: una balia medievale che racconterà, come fosse una fiaba, la storia di Siena e l’importanza strategica della città per i viandanti e i pellegrini diretti a Roma da Canterbury.

Un appuntamento per tutta la famiglia, con la tappa speciale dedicata ai nonni. Il percorso francigeno dedicato ai più piccoli sarà anche l’occasione per ritagliarsi un momento speciale da vivere in compagnia di figli e nipoti. Durante ogni tappa, infatti, sarà possibile accompagnare i propri bambini e scoprire insieme racconti e aneddoti dell’accoglienza all’interno del Santa Maria della Scala. Un vero e proprio tuffo nel Medioevo per indossare i panni dei pellegrini e proseguire il viaggio, dopo una pausa merenda per i più piccoli e un buon caffè per i più grandi, fino a Porta Romana. La Francigena formato baby sarà un vero viaggio nella memoria, da vivere anche attraverso l’esperienza dei nonni a cui è dedicata la prima tappa speciale di venerdì 11 dicembre, che partirà alle ore 14 da Porta Camollia.

#SienaFrancigenakids: le tappe del percorso. Siena era, infatti, una tappa fondamentale per trovare ristoro e cura lungo la Via Francigena, grazie anche alla presenza del Santa Maria della Scala che forniva cura, assistenza e servizi ai pellegrini. Qui i ‘piccoli pellegrini’ saranno accompagnati dalla balia alla scoperta della Sala del Pellegrinaio e dei suoi affreschi, raffiguranti scene di vita e personaggi al tempo del Medioevo: dai gittatelli (bambini abbandonati) ai frati e alle monache che curavano spirito e piaghe del viaggio fino ai poveri e ai viandanti. All’interno del Santa Maria della Scala, sarà consegnata a tutti i partecipanti lo “Zainetto ufficiale di #SienaFrancigenaKids”, con la “Merenda del Pellegrino”. Dopo la sosta ‘golosa’ i piccoli riprenderanno il viaggio, accompagnati dalla Balia, per arrivare fino a Porta Romana.

Info su #SienaFrancigenaKids. #SienaFrancigenaKids è un progetto dell’assessorato al turismo del Comune di Siena che si svolgerà, ogni sabato, dal 12 dicembre al 30 gennaio, con partenza alle ore 15 da Piazza Duomo. Il costo del biglietto, comprensivo di guida, ingresso al Santa Maria della Scala e è di 7,50 euro per bambini fino a 14 anni di età e di 10 euro per gli accompagnatori. Il biglietto include anche la visita guidata teatralizzata al Pellegrinaio del Santa Maria della Scala e lungo il tratto urbano dal Santa Maria della Scala a Porta Romana; lo Zainetto ufficiale di #SienaFrancigenaKids, la Merenda del Pellegrino, per i bambini, e la Pausa Caffè dolce, per gli adulti, presso il bar all’interno del Complesso Santa Maria della Scala. È possibile prenotare, entro le ore 13.30 del sabato, chiamando i numeri 347-6137678 e 348-0216972 oppure inviando un’e-mail all’indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. . La partenza è garantita indipendentemente dal numero dei partecipanti.

 

Page 3 of 9

Eductour stampa turistica

eductours

Related articles

Redazione Agorà Turismo

Agorà Turismo - on line magazine 
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bergamo – I
N° 02 del 01 febbraio 1990

Direttore responsabile:
Giuseppe Venuti

Direttore editoriale:
Monica Piana

In redazione
Giovanna Fidone, Avvocato Maria Carmina Gallucci, Caterina Emma Colacello, Romina Liuzza, Laura Cavalieri Manasse, Laura Landi,  Silvana Carminati, Rossella Barbetti.

Editore:
FOCOPI, associazione culturale dal 1994,
Iscr. Registro ex L.R. 28/96 Regione Lombardia F.2 n.7 Sez.B Cultura

C.F.: 95083990168

Scarica la nostra applicazione:

GOOGLE PLAY APP STORE



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information