Zara: dove il mare compone musica

Category: Agora turismo Insight Published on 18 January 2016
Written by Super User

plakat-Morske orgulje TIM ERTL

di B.L.

In Croazia, la città di Zara, col suo straordinario organo suonato dalle onde del mare e con la sua storia gloriosa, può rappresentare un'alternativa romantica e inusuale.

Situata nella Dalmazia settentrionale, la città croata di Zara si è modellata nei secoli rispettando l'elemento naturale che, a volte con una forza prorompente ed altre con una dolcezza squisita, ha inevitabilmente avuto, e continua ad avere, un ruolo centrale non solo nella morfologia cittadina ma anche nello spirito dei suoi cittadini.

Passato e presente che si intrecciano in modo simbiotico in nome di un romanticismo che tocca tutti i sensi. Ecco il fil rouge che permea la città, caratterizzata da splendide rovine romane, fortificazioni e mura antiche, e che dà ragion d'essere alle due poetiche installazioni modernissime sul lungomare: l'Organo Marino e l'area del Saluto al Sole.

L'Organo marino è riconoscibile dalla forma particolare della costa modellata secondo una serie di file di gradini che si affacciano sul mare. Gli scalini si estendono per una settantina di metri lungo la costa; sotto di essi, a livello della marea più bassa, sono installate perpendicolarmente alla costa 35 canne di varia lunghezza e diametro. In queste canne si trovano i LABIUMI (zufoli) che suonano 7 accordi in 5 tonalità. Sopra il canale sono realizzati dei gradini di pietra dai quali esce il suono, spinto dal soffio marino. Questo luogo unisce le idee e le competenze umane con l'energia del mare, le onde, l'alta e la bassa marea. Si tratta di un luogo dove rilassarsi, pensare e conversare accompagnati dalla costante melodia prodotta dai toni mistici dell'"orchestra della Natura". L'Organo marino è stato realizzato secondo il progetto dell'architetto zaratino Nikola Bašić.

Sea Organ by Pieter Navis ZADAR Riva by V Jednakovic s natpisom

Proprio all'estremità della penisola zaratina, accanto al celebre Organo marino, risplende anche il Saluto al Sole. Si compone di 300 lastre di vetro multistrato poste allo stesso livello della riva terrazzata di pietra, che formano un cerchio del diametro di 22 metri. L'installazione Saluto al Sole riproduce il sistema solare con i relativi pianeti, è legata all'Organo marino il cui suono si traspone in un gioco di luci che è visibile sulla riva dopo il tramonto del sole. Il Saluto al Sole è stato anch'esso realizzato secondo il progetto dell'architetto Nikola Bašić.

Tra le altre attrazioni, la meravigliosa la Chiesa di San Donato. Simbolo della città di Zara, è considerato l'edificio monumentale, risalente al medioevo (IX secolo), più celebre della Croazia. I suoi spazi, grazie alle eccezionali caratteristiche acustiche, sono utilizzati per ospitare vari eventi musicali di particolare rilievo.


Tra i musei, merita una visita quello “archeologico”, all’interno del quale sono esposti diversi oggetti di epoca romana, reperti archeologici del periodo paleolitico, neolitico e dell’età dei metalli nonché oggetti di grande valore artistico e spirituale per la città, risalenti al periodo VII-XII secolo. Anche l’esposizione permanente d´arte sacra, intitolata “L’oro e l’Argento di Zara”, stupirà con i tanti preziosi oggetti di culto esposti.

Da non perdere assolutamente il “Museo del Vetro Antico”, che può essere considerato unico nel suo genere, non solo in Croazia, ma anche nel resto del mondo. Il museo è situato all’interno del Palazzo Cosmacendi, nlla cui facciata nord si può ammirare una particolarissima installazione, denominata “cristallo”, opera del famoso architetto croato Branko Silađin.
All’interno sono esposti più di  2000 splendidi oggetti in vetro risalenti al periodo che va dal I secolo a.C al V secolo d.C. e ritrovati nella città di Zara e nei suoi dintorni.

Oltre all’udito, all’olfatto, al tatto e alla vista, non manca altro che solleticare il senso del gusto con un liquore originario di Zara rinomato in tutto il mondo: Il Maraschino. Si distingue per il suo sapore amarognolo - dolciastro e per il profumo aromatico. La ricetta dell’autentico liquore di Zara è stata creata e trascritta all’inizio del XVI secolo nel convento domenicano di Zara. E’ stato particolarmente apprezzato da Napoleone Bonaparte, dai re francesi Luigi XVIII, Carlo X e Luigi Filippo, dallo zar russo Nicola I, dalla regina inglese Vittoria, da re Giorgio V, Casanova, Hitchcock, Baudelaire, Honoré de Balzac...

La vivacità culturale, il romanticismo dell’organo marino e di scorci affascinanti, rendono Zara una meta per nutrire il cuore e lo spirito.


Per saperne di più:

Ente Turistico della Città di Zara
http://www.zadar.travel/

 

Eductour stampa turistica

eductours

Related articles

Redazione Agorà Turismo

Agorà Turismo - on line magazine 
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bergamo – I
N° 02 del 01 febbraio 1990

Direttore responsabile:
Giuseppe Venuti

Direttore editoriale:
Monica Piana

In redazione
Giovanna Fidone, Avvocato Maria Carmina Gallucci, Luisa D’Avino, Caterina Emma Colacello, Elisabetta Longhi, Romina Liuzza, Laura Cavalieri Manasse, Laura Landi, Laura Celotto, Silvana Carminati.

Editore:
FOCOPI, associazione culturale dal 1994,
Iscr. Registro ex L.R. 28/96 Regione Lombardia F.2 n.7 Sez.B Cultura

C.F.: 95083990168

Scarica la nostra applicazione:

GOOGLE PLAY APP STORE



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information