Madrid per tutti

Category: Agora turismo Insight Published on 22 August 2015
Written by Super User

Piazza Maggiore
di Laura Landi 
Vivace, colorata, artistica, accogliente: sono tutti aggettivi che si attribuiscono a Madrid, la capitale della Spagna.
La città è grande e ricca di attrazioni che accontentano ogni tipo di visitatore. Gli appassionati d’arte trovano facilmente la loro catarsi nel Museo del Prado; i più sportivi si dilettano a correre nel grande Parco del Retiro; i bambini adorano ammirare la città dall’alto della funivia di Madri; i LGTB trovano a Madrid apertura e tolleranza oltre che a un quartiere intero a Chueca considerato l’epicentro gay in Europa; gli amanti della vita notturna possono ogni sera sperimentare locali dall’impronta molto diversa: dalle discoteche a Castellana ai musical della Gran Via, dall’atmosfera anni ’80 Malasaña all’opera classica a  Austrias. Madrid è veramente una città per tutti.
Guardando più nel dettaglio la città a seconda dei gusti dei diversi visitatori ecco quanto Madrid offre.
Gli amanti dell’arte nei pressi del Paseo del Prado trovano tre delle pinacoteche più prestigiose del mondo. Il Museo del Prado che conserva tra tante importanti opere Le dame di Velázquez, Le fucilazioni del 3 maggio di Goya, Il baccanale di Tiziano. Il Museo Thyssen-Bornemisza ripercorre la storia dell’arte occidentale dal XIII secolo fino alla fine del XX secolo e vanta opere di Caravaggio, Van Gogh e Rothko, tra gli altri. Il Museo Nazionale Centro d’Arte Reina Sofía racconta la storia dell’arte spagnola ed europea dalle avanguardie storiche fino ai giorni nostri, imperdibile qui è Guernica di Picasso.

Palazzo di Cristallo Vita notturna
Chi adora visitare i grandi monumenti architettonici ecco il Palazzo Reale (palacio Real) che con le sue 3000 stanze incanta ogni visitatore grazie a la Escalera Principal, disegnata da Sabatini, El Salón del Trono, con il soffitto dipinto dal Tiepolo e la Capilla Real, che conserva una collezione di strumenti fabbricati da Stradivari. Il Palazzo Reale ospita inoltre una galleria di pittura e una folta collezione di armi e armature dei reali spagnoli. Non si può inoltre non passare per Plaza Major, vero cuore pulsante di Madrid, che ancor oggi sfoggia la Casa de la Panaderìa, del 1590, l’arco de Cuchilleros e la statua equestre di Filippo III.
Di importanza storica la Puerta de Alcalà, costruita nel 1778 da Sabatini su volere del re Carlos III. Con 5 archi, 10 colonne e costruita interamente in granito manifesta tutta la sua maestosità e imponenza. A pochi passi dalla Puerta de Alcalà la Fontana di Cibele è uno dei simboli della città. Costruita nel 1782 rappresenta la dea romana Cibele, divinità della terra, dell’agricoltura e della fertilità, su un carro trainato da leoni. Oggi è anche il simbolo della squadra di calcio Real Madrid e i tifosi festeggiano insieme a lei ogni vittoria.
I più sportivi o gli amanti della natura confluiscono invece nel grande polmone verde di Madrid: il parco del Retiro. Oltre che per una passeggiata, del jogging, una gita con un barchino, il parco è prezioso dal punto di vista botanico, per i numerosi giardini che custodisce, e architettonico. Il Palacio de Cristal, padiglione romantico realizzato per accogliere una mostra di piante esotiche nell’Esposizione delle Filippine del 1887, è uno dei principali esempi dell’architettura del ferro in Spagna. Entrare in questo palazzo è come entrare in una bolla astratta da ogni accadimento terreno: un vero regno fatato colmo ancor oggi di splendide piante e, talvolta, sede di mostre temporanee. Una vera chicca del parco è, infine, la statua dell’Angelo Caduto: l’unica scultura al mondo che rappresenta il diavolo.
El retiro è uno dei parchi molto amati anche dai  bambini, i quali a Madrid visiteranno la città divertendosi. Nella Casa del Campo troveranno un parco di divertimenti da sogno e, nel parco della Casa, lo Zoo Acquarium che vanta animali come il rinoceronte bianco e il leone dell’Atlas – dal forte ruggito che si sente da 8 km di distanza! Nel Barrio de Valdebernardo i più piccoli si innamoreranno di Faunia, un enorme parco naturalistico. Per le piccole promesse del calcio sarà poi un’emozione poter visitare lo stadio Santiago Bernabéu e Vicente Calderón, che ospitano al loro interno i rispettivi musei dedicati al Real Madrid e all’Atlético de Madrid. Prima di andarsene da Madrid ogni genitore dovrebbe portare i propri bambini, sulla funivia panoramica (il Teleferico). Dieci minuti di vera emozione nonché il modo migliore per catturare Madrid con un solo colpo d’occhio e portare un ricordo indelebile dentro di sé.
Anche il segmento LGTB a Madrid trova pane per i suoi denti. La Spagna, si sa, è tra i Paesi più tolleranti e aperti agli omosessuali e la Capitale è colei che ne dà il buon esempio. La città vanta un intero quartiere, Chueca, di recente trasformato in una sede della modernità, all’ultima moda e di design, nel quale non mancano serate divertenti e buona gastronomia. Madrid è inoltre sede ogni anno di un frequentatissimo Gay Pride (circa 2 milioni di persone accorrono all’evento!) e della Fiestas del Orgullo: una settimana intera fervente di attività, divertimento e, naturalmente, di bandiere arcobaleno.
Per i visitatori che non vogliono rinunciare ai divertimenti serali Madrid offre moltissimo. La movida madrileña ha infatti radici storiche: fu una corrente artistica e sociale che partì alla fine della dittatura di Francisco Franco (1975), durò per tutti gli anni ’80 e si espanse anche in altre città spagnole. Di questo periodo sono rimaste nel gergo comune alcune espressioni come “Madrid nunca duerme” (Madrid non dorme mai) o la più colorita “Madrid me mata”! (Madrid mi uccide!) che ben rendono l’idea di come la capitale spagnola non si fermi mai, né di giorno, né di notte. E proprio di notte ogni quartiere si accende e colora per accontenta i madrileni e i turisti con divertimenti per tutti i gusti. Nel Barrio de las Letras (Quartiere letterario) si incontrano studenti stranieri e volti noti della tv poiché qui convivono diversi stili musicali (jazz, indie, rock, flamenco…) e c’è movimento ogni sera della settimana. Malasaña è stato la culla del movimento della movida e si caratterizza per essere sempre all’avanguardia. Il Barrio de Salamanca è invece quello più glamour ed esclusivo con discoteche alla moda ed eleganti. Per coloro che amano l’opera, si consiglia Austrias il quartiere che ospita il grande Teatro Reale; mentre coloro che vogliono un assaggio della multiculturalità di Madrid si recano a Lavapiès: il quartiere multietnico dove convivono ritmi arabi, africani, latini e flamenchi. I più piccoli ameranno invece poter scegliere tra un vasto programma di musical in scena nella Gran Via, mentre i più giovani si ritrovano a Princesa dove vi sono molti locali a loro dedicati.  
Arte e cultura, sport e natura, divertimenti serali e per bambini: Madrid accoglie e accontenta ogni visitatore.

Per saperne di più:
Visita il sito www.esmadrid.com per ogni suggerimento utile per vivere al meglio il soggiorno a Madrid.

Eductour stampa turistica

eductours

Related articles

Redazione Agorà Turismo

Agorà Turismo - on line magazine 
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bergamo – I
N° 02 del 01 febbraio 1990

Direttore responsabile:
Giuseppe Venuti

Direttore editoriale:
Monica Piana

In redazione
Giovanna Fidone, Avvocato Maria Carmina Gallucci, Luisa D’Avino, Caterina Emma Colacello, Elisabetta Longhi, Romina Liuzza, Laura Cavalieri Manasse, Laura Landi, Laura Celotto, Silvana Carminati.

Editore:
FOCOPI, associazione culturale dal 1994,
Iscr. Registro ex L.R. 28/96 Regione Lombardia F.2 n.7 Sez.B Cultura

C.F.: 95083990168

Scarica la nostra applicazione:

GOOGLE PLAY APP STORE



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information