Trenino rosso: un modo diverso per godere la montagna

Category: Agora turismo Insight Published on 22 October 2013
Written by Super User

Trenino Bernina

di Patrizia Simeone


Se si ha il desiderio di vivere un’esperienza particolare per scoprire le Alpi e fare il pieno di paesaggi montani spettacolari, il Bernina Express è il mezzo giusto. E’ un treno della compagnia svizzera Ferrovia Retica che quotidianamente copre la tratta, della lunghezza di 61 km, tra Tirano e Saint Moritz  e può rappresentare senza dubbio uno dei modi più originali per andare in montagna. Il suo percorso, infatti, è il più alto dell’intero arco alpino e si inserisce con naturalezza e armoniosità nel meraviglioso paesaggio montano. Tale tratta rappresenta, peraltro, un vero e proprio capolavoro di ingegneria civile, sembra proprio  un prodigio se si considera che stiamo parlando di un’opera pioneristica i cui  lavori furono completati nel lontano 1910, tanto da essere meritoriamente classificata dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità, nell’estate del 2008.
Anche noi abbiamo vissuto questa esperienza ed è stata davvero una giornata fantastica. Con il Trenino Rosso, nome derivatogli dal colore dei suoi vagoni, abbiamo avuto la possibilità di passare alcune ore a stretto contatto con la natura in un contesto piacevolmente rilassante mentre, lasciandoci cullare dal rollio del treno, abbiamo goduto della straordinaria bellezza della natura e dei panorami mozzafiato che cambiavano ad ogni curva. Attraverso i finestrini del treno, respirando il profumo della natura, siamo stati rapiti da un susseguirsi di boschi e  vallate da fiaba, piccoli villaggi montani, fiori dai più svariati colori, specchi d’acqua scintillanti in alternanza a distese di paesaggi innevati, ghiacciai spettacolari e cime altissime, che tutt’insieme ci hanno procurato un gran senso di benessere.

Bernina 1 5 2011 2  Bernina 1 5 2011 36

La nostra escursione è partita da Tirano, a 429 m.s.l.m., dove abbiamo dedicato un po’ del nostro tempo alla visita della cittadina passeggiando per le vie del nucleo storico ed intorno alla piazza della Madonna di Tirano, che ospita un maestoso santuario costruito dopo l’apparizione della Vergine nel 1500. Una volta saliti in treno, il viaggio è iniziato con l’attraversamento del centro cittadino come un vero e proprio tram per poi proseguire verso la valle di Poschiavo, costeggiando  la strada vallare e il suo torrente. In uno scenario meraviglioso, abbiamo cominciato a percorrere il famoso viadotto di forma elicoidale di 70 metri di raggio – una delle icone  delle Ferrovia Retica -   che,  in uno spazio molto ristretto, permette di superare una pendenza del 70 per mille per raggiungere la stazione di Brusio, dalla quale è possibile ammirare il superbo campanile della chiesetta di San Romerio. Subito dopo il trenino ha cominciato ad inerpicarsi lungo la valle tra incantevoli paesaggi boschivi e rilassanti scorci montani con case tipicamente alpine fino a raggiungere il Passo del Bernina; alla fermata della stazione di Cavaglia abbiamo avuto la possibilità di scendere dal treno per una manciata di minuti e scattare qualche foto ai bei paesaggi intorno oltre che respirare una freschissima aria di alta quota.

  Bernina 1 5 2011 77  Bernina 1 5 2011 50

Dopo una serie di altri tornanti ed altrettanti ambienti spettacolari con atmosfere magiche, siamo giunti alla Stazione più alta della ferrovia retica, quella di Ospizio Bernina che prende il nome dal rifugio situato sul valico del passo a quota 2.253 m.; in questa area a ridosso di un bellissimo ghiacciaio abbiamo ammirato il favoloso panorama di due specchi d’acqua che si presentano  di un colore particolarmente chiaro perché alimentati dalle acque di disgelo delle nevi. Da questo punto abbiamo cominciato a ridiscendere verso Pontresina e quindi verso l’ultima fermata del nostro viaggio, conclusosi alla stazione della elegante ed esclusiva cittadina di Saint Moritz - un luogo pieno di fascino e nota per le sue vetrine di alta moda e per le sue blasonate frequentazioni tanto da essere considerata una delle perle delle Alpi - splendidamente adagiata in uno scenario alpino incastonato tra laghi e montagne.

Per saperne di più:

Ferrovia retica SA Bahnhofstrasse 25 CH-7002 Coira
sito: www.rhb.ch
indirizzo di posta elettronica: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Eductour stampa turistica

eductours

Related articles

Redazione Agorà Turismo

Agorà Turismo - on line magazine 
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bergamo – I
N° 02 del 01 febbraio 1990

Direttore responsabile:
Giuseppe Venuti

Direttore editoriale:
Monica Piana

In redazione
Giovanna Fidone, Avvocato Maria Carmina Gallucci, Luisa D’Avino, Caterina Emma Colacello, Elisabetta Longhi, Romina Liuzza, Laura Cavalieri Manasse, Laura Landi, Laura Celotto, Silvana Carminati.

Editore:
FOCOPI, associazione culturale dal 1994,
Iscr. Registro ex L.R. 28/96 Regione Lombardia F.2 n.7 Sez.B Cultura

C.F.: 95083990168

Scarica la nostra applicazione:

GOOGLE PLAY APP STORE



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information